menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La stazione carabinieri di Carovigno

La stazione carabinieri di Carovigno

Pistola clandestina, arrestato

CAROVIGNO – Trovato con un'arma clandestina in casa, in manette un uomo di Carovigno. Si stratta di Antonio Semeraro, 62 anni.

CAROVIGNO - Trovato con un'arma clandestina in casa, in manette un uomo di Carovigno. Si stratta di Antonio Semeraro, 62 anni. È accusato di detenzione di arma clandestina e di parti di armi da guerra.

L'arresto è stato operato dai carabinieri della Sezione di polizia giudiziaria della Procura della Repubblica di Brindisi, unitamente ai colleghi della stazione di Carovigno, nell'ambito di un servizio di controllo del territorio teso al contrasto della detenzione illegale si armi.

Il 62enne, nel corso di una perquisizione domiciliare è stato trovato in possesso di una pistola semiautomatica calibro 6.35, priva di matricola e 9 bossoli di vario calibro, già esplosi, costituenti parti di armi da guerra. L'arrestato, dopo le formalità di rito, è stato trasferito nel carcere di Brindisi.

Antonio Semeraro è il gestore del canile privato "I giardini di Pluto", sequestrato nei giorni scorsi dal nucleo di polizia giudiziaria presso la procura di Brindisi della Guardia Forestale. Ma per la circostanza del rinvenimento della pistola semiautomatica sono stati chiamati i carabinieri.

Stamani si è svolto il processo per direttissima del figlio di Semeraro, posto ai domiciliari dopo il rinvenimento dell'arma: il giudice monocratico lo ha assolto per non aver commesso il fatto. Convalida dell'arresto, invece, per Antonio Semeraro, da parte del gip Paola Liaci. Entrambi sono difesi da Ladislao Massari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento