rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Cronaca Oria

Pistola, munizioni e due fucili modificati in casa: finisce in carcere a 77 anni

ORIA – Armiere della mala alla tenera età di 77anni, con tanto di Beretta calibro 7.65 nascosta sotto il divano, carica, col colpo in canna e pronta a sparare. Almeno secondo i carabinieri del nucleo operativo radiomobile di Francavilla Fontana che si basano non solo sulla singolare concentrazione di armi ritrovata, ma anche sui precedenti specifici del soggetto, già noto alle forze dell'ordine e finito nei guai nel 2001 e nel 2002 per ricettazione detenzione illegale di armi clandestine. Analoghi i reati contestati in questo caso dal pm di turno Giuseppe De Nozza che, nonostante l'età avanzata dell'anziano, ha deciso l'arresto per detenzione di munizionamento e armi clandestina e ricettazione.

ORIA - Armiere della mala alla tenera età di 77anni, con tanto di Beretta calibro 7.65 nascosta sotto il divano, carica, col colpo in canna e pronta a sparare. Almeno secondo i carabinieri del nucleo operativo radiomobile di Francavilla Fontana che si basano non solo sulla singolare concentrazione di armi ritrovata, ma anche sui precedenti specifici del soggetto, già noto alle forze dell'ordine e finito nei guai nel 2001 e nel 2002 per ricettazione detenzione illegale di armi clandestine. Analoghi i reati contestati in questo caso dal pm di turno Giuseppe De Nozza che, nonostante l'età avanzata dell'anziano, ha deciso l'arresto per detenzione di munizionamento e armi clandestina e ricettazione.

A stringere le manette ai polsi di Salvatore Specchia, 77 anni di Oria, i carabinieri guidati dal tenente Michele Clemente. Nella sua abitazione di contrada San Giovanni Loprete, l'anziano non solo aveva nascosto sotto il divano, col colpo in canna una Beretta calibro 7.65 col serbatoio carico con 9 proiettili e il decimo inserito. In un mobile all'ingresso aveva un fucile calibro 12 semiautomatico matricola e cassa abrasa.

Irriconoscibili i numeri di matricola anche del secondo fucile da caccia con canna modificata nascosto nelle credenza della cucina. In casa c'erano anche 250 cartucce per pistola e fucile nascosti tra un cartone in cucina e una busta di plastica nel comò del salotto. Tutte le armi erano pronte all'uso e perfettamente funzionanti.

All'arrivo dei carabinieri l'anziano è stato tradito dal nervosismo. I militari dopo il rinvenimento della pistola pronta all'uso hanno sudato freddo perchè avrebbe anche potuto essere usata contro di loro. Così, fortunatamente non è successo. Alla classica domanda di rito sulla provenienza delle armi, l'anziano avrebbe risposto agli investigatori: "Le ho trovate in campagna". Troppo poco per i suoi precedenti, da qui l'arresto. Nelle prossime ore le foto delle armi sequestrate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pistola, munizioni e due fucili modificati in casa: finisce in carcere a 77 anni

BrindisiReport è in caricamento