menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Pattuglia dei carabinieri a Oria

Pattuglia dei carabinieri a Oria

Pizzo sul trattore rubato: un arresto

ORIA – Ruba un trattore e poi cerca di restituirlo estorcendo al proprietario la somma di 300 euro, la vittima, però, si rivolge ai carabinieri. In manette con l'accusa di estorsione aggravata e inosservanza alle prescrizioni della sorveglianza speciale, nel pomeriggio di ieri ci è finito Francesco Palmisano, 34enne di Oria.

ORIA - Ruba un trattore e poi cerca di restituirlo estorcendo al proprietario la somma di 300 euro, la vittima, però, si rivolge ai carabinieri. In manette con l'accusa di estorsione aggravata e inosservanza alle prescrizioni della sorveglianza speciale, nel pomeriggio di ieri ci è finito Francesco Palmisano, 34enne di Oria.

Un "cavallo di ritorno" andato male. I fatti risalgono alla mattinata di ieri quando un agricoltore del posto si è recato presso la stazione dei carabinieri di Oria, al comando del luogotenente Roberto Borrello, per segnalare il furto di un trattore. L'uomo avrebbe poi fatto ritorno in caserma, poco dopo, per raccontare di essere stato contattato dal ladro che, in cambio della restituzione del mezzo agricolo, voleva 300 euro.

Alla vittima è stato chiesto di eseguire gli ordini dell'estorsore ma quando è avvenuto lo scambio il malvivente si è ritrovato accerchiato dai carabinieri, spuntati dalla vicina campagna. Per lui sono scattate le manette, è stato colto in flagranza di reato. Dopo le formalità di rito su disposizione del pubblico ministero di turno, Francesco Palmisano è stato rinchiuso nel carcere di Brindisi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento