Cronaca

Avviso pubblico per i parcheggi il 27 giugno, scade il 4 luglio

Nella rovente estate della crisi-parcheggi che investe la costa di Carovigno (ma chi gli avrà mai dato la Bandiera Blu) inclusa la riserva di Torre Guaceto, spunta anche l’avviso pubblico più veloce del West

Nella rovente estate della crisi-parcheggi che investe la costa di Carovigno (ma chi gli avrà mai dato la Bandiera Blu) inclusa la riserva di Torre Guaceto, spunta anche l’avviso pubblico più veloce del West: delibera del consiglio comunale del 24 giugno, determinazione dirigenziale del 27 giugno, e tempo solo sino alle 13 del  4 luglio per la partecipazioni di chi dispone di terreni privati da adibire alla sosta temporanea della auto in prossimità della costa.

Neppure una settimana per produrre una complessa documentazione, quindi ha già vinto chi aveva da qualche anno, o da qualche mese, un’area bella, pronta e attrezzata nei punti richiesti, in regola con le eventuali, necessarie autorizzazioni paesaggistiche o eventualmente con la procedura di assoggettabilità a Valutazione di impatto ambientale superata, elaborati grafici e relazioni tecniche pronte. A meno che tutto ciò non sia possibile procurarselo nel giro di quattro-cinque giorni festivi esclusi. Spazio all’improvvisazione, zero.

auto penna grossa 4-2

Anche questa operazione di riordino del settore sulla costa andava fatta molto prima e non a estate inoltrata. Oppure è una fissazione dei critici a tutti i costi? E pensare che Carovigno è uno dei tanti Comuni che ancora naviga con un vecchio, inadeguato e tante volte sottoposto a varianti Piano di fabbricazione. Un Piano urbanistico generale forse è troppo per le lobby dei costruttori locali.

Il Comune, con l’avviso pubblico, dichiara un fabbisogno massimo di 500 posti auto a Santa Sabina, 500 a Carisciola, 500 a Pantanagianni,  1000 tra Specchiolla e Morgicchio,  500 a Penna Grossa. E proprio con Penna Grossa- Torre Guaceto si torna all’emergenza dello scorso fine settimana, e degli strascichi in settimana e sino a sabato e oggi, quando è stato replicato il cosiddetto park and ride. Cioè, parcheggio dell’auto al Centro visite della riserva a Serranova, nell’entroterra, oppure nell’area di sosta autorizzata Boa Gialla di Apani, e trasferimento con navetta Stp sino alla spiaggia.

auto penna grossa 2-2-2

Sui cartelli originari in cui si annunciava il nuovo servizio (dopo il caos di otto giorni fa) è stato apposto il nastro adesivo sulle parole “gratuito” e “free” a proposito della natura del servizio navetta, che in realtà costa 2,50 euro a cranio. E gli autobus hanno viaggiato, con bagnanti e turisti stipati con armi e bagagli. Due i mezzi in servizio tra Serranova e Penna Grossa, ma l’assalto delle auto, pur ridimensionato, non è stato affatto sconfitto. Le infiltrazioni sono state numerose, ne sanno qualcosa anche i gestori della spiaggia dell’Aeronautica Militare che si sono trovati di fronte all’assalto del parcheggio dedicato a quello stabilimento balneare.

Ma c’è una soluzione in vista, ha fatto sapere il presidente del Consorzio di gestione di Torre Guaceto, Enzo Epifani: un’area già individuata sulla costa ma fuori dal confine della riserva. Certamente si tratta di una delle proposte che concorrono all’avviso pubblico più veloce del West, e con tutti i crismi per essere accettata ed autorizzata, e con almeno 500 posti auto. Se ne saprà di più dai prossimi giorni. Insomma, il bilancio del consorzio, senza l’area di sosta non molto distante dalla spiaggia, potrebbe saltare visto che pare la voce specifica si prevedeva una entrata consistente, secondo alcun i di 250mila euro (ma su questa cifra non abbiamo conferme).

auto penna grossa 3-2

Tuttavia, stando all’avviso pubblico del Comune, dovrebbe essere la municipalità ad incassare una tantum 0,50 centesimi per ogni metro quadrato destinato alla sosta, esattamente 6.250 euro per 500 vetture, calcola il Comune, da versare metà in anticipo e metà entro il 10 agosto. Quindi, per il nuovo parcheggio di Penna Grossa, visto che si trova fuori dal perimetro della riserva, cosa può chiedere il consorzio? Non si ancora, forse nulla, o forse ci sarà una specifica convenzione. Si attendono informazioni. L’unica cosa certa è che non si potrà chiedere più di 4 euro a veicolo per l’intera giornata di sosta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avviso pubblico per i parcheggi il 27 giugno, scade il 4 luglio

BrindisiReport è in caricamento