menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il comandante Orefice e il vice Nigro

Il comandante Orefice e il vice Nigro

“Polizia municipale, nuovo assetto per rendere l’azione più efficace”

Nigro vice domandante. Il Comune bandisce concorso per due dirigenti dell’area tecnica, un posto riservato ai funzionari interni

BRINDISI – Posto che la polizia locale (i vigili urbani) sono ancora sotto organico, anche dopo l’inserimento di sette unità, il nuovo comandante ha varato un nuovo assetto per rendere più efficace l’azione. Nonostante quel “difetto” numerico che resta anche all’interno degli uffici del Comune.

vigili urbani controlli ambulanti 2-2

Polizia locale

La “struttura organizzativa del corpo della polizia locale” è stata rivisitata da Antonio Orefice, subentrato a Teodoro Nigro che resta come vice. Cosa cambia rispetto all’impostazione del passato? Risposta: c’è un “accorpamento di materie omogenee per natura”, stando a quanto si legge nel provvedimento che oggi il numero uno della polizia municipale ha presentato alla stampa.

Il nuovo organigramma è il seguente: “Ufficio Comando che comprende comandante e segreteria particolare; sezione Commenda che resta aperta, a differenza di quella del rione Casale, chiusa da mesi e senza possibilità alcuna di essere riaperta; nucleo pronto intervento-polizia stradale-infortunistica stradale e polizia giudiziaria. Ci sono anche: “Nucleo polizia edilizia ed ambientale, nucleo contravvenzioni/contenzioso, nucleo polizia amministrativa-affissioni-ingiunzioni e confische, nucleo gestione risorse umane e infine la segreteria del Comando.

La responsabilità di questa segretaria è stata assegnata a Nigro, oggi per la prima volta accanto al comandante Orefice: è commissario superiore, vice comandante. Il distintivo avrà una stella sei punte dorata e torre sulle spalline, con bordatura dorata di colore azzurro.

Il municipio di Brindisi

Il bando per dirigenti

Da Palazzo di città, intanto, è stato sfornato il bando pubblico per l’assunzione “a tempo pieno e indeterminato di due dirigenti dell’area tecnica, di cui uno riservato ai dipendenti dello stesso Comune di Brindisi, appartenenti alla categoria D”.

Per partecipare al concorso è necessario essere in possesso dei titoli di studio: laurea vecchio ordinamento in architettura, ingegneria civile, ingegneria edile, ingegneria edile-architettura, ingegneria dell’ambiente e del territorio, urbanistica; laurea specialistica fra quelle rientranti nelle seguenti classi: 3/S, 4/S, 28/S, 38/S, 54/S;  magistrale fra quelle rientranti nelle seguenti classi: LM-3, LM-4, LM-23, LM-24, LM-26, LM-35, LM-48. E abilitazione all’esercizio della professione di ingegnere o di architetto.

Esperienza pregressa

Fra i requisiti è richiesto anche l’aver “maturato almeno cinque anni di servizio svolti in posizioni funzionali per l’accesso alle quali è richiesto il possesso del diploma di laurea”. I cinque anni di servizio si intendono full-time; in caso di part-time il requisito deve essere raggiunto cumulando il regime orario dei servizi svolti in ragione del raggiungimento di un pari periodo lavorativo full-time. “Gli interessati dovranno produrre istanza, in carta semplice, indirizzata al Settore Servizi Generali e Partecipate, Politiche del Personale e Progetti Speciali del Comune di Brindisi – Piazza Matteotti – Cap 72100 BRINDISI, entro e non oltre il trentesimo giorno successivo a quello di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale”.

La domanda e la tassa

La domanda potrà essere presentata a mano all'Ufficio Protocollo sito in Piazza Matteotti 1 - Brindisi, a mezzo raccomandata A/R. In tal caso farà fede la data del timbro postale dell’ufficio accettante, ma il candidato ha l’onere di inviare tempestivamente copia della ricevuta di accettazione dell’ufficio postale di partenza a ufficiorisorseumane@comune.brindisi.it ; oppure  a mezzo posta elettronica certificata a ufficioprotocollo@pec.comune.brindisi.it. Dovrà essere versata la somma di “50 euro non rimborsabili, da effettuarsi tramite bollettino su c.c.p. n. 12883724 intestato al Comune di Brindisi o mediante bonifico bancario presso la Tesoreria comunale “Monte dei Paschi di Siena” piazza Cairoli 17, Brindisi, IBAN IT68T0103015900000001975066 - causale: Tassa di concorso per 2 dirigenti tecnici.

Municipio di Brindisi, gli uffici

Le prove del concorso

Le prove di concorso potranno essere precedute da una fase di preselezione nel caso in cui il numero dei candidati risulti “manifestamente elevato rispetto al numero dei posti messi a concorso”. La preselezione, se attivata, potrà consistere nel rispondere a 60 questi a risposta multipla nel tempo di un’ora (punteggi: risposta esatta 1 punto, risposta non data -0,2 punti, risposta sbagliata -0,5 punti). I quiz saranno bilanciati fra psico-attitudinali e relativi ad una o più materie dell’area di riferimento. La correzione avverrà in maniera automatizzata al termine della prova.

Le prove di esame consistono in due prove scritte, una prova orale e una prova attitudinale. La prima prova scritta: consiste nella redazione di un elaborato inerente i compiti del dirigente di area tecnica. La seconda prevede la “redazione di un programma, o di un progetto, o di un elaborato tecnico attinente ad una caso concreto e riguardante uno o più settori dell’area di riferimento, finalizzato anche all’accertamento delle key competence di cui alla job description”. Durante le prove scritte è consentito utilizzare esclusivamente testi normativi non commentati, previamente vistati da un componente della commissione, dal segretario o da un membro del comitato di vigilanza.

Il calendario della eventuale prova preselettiva e delle prove sarà comunicato il prossimo primo marzo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento