Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Ostuni

Minaccia suicidio in spiaggia: la polizia "tratta" e lo fa desistere

Plauso agli agenti del commissariato di Ostuni da parte del sindaco di San Vito dei Normanni. L'episodio risale alle fine di giugno. Un ragazzo minacciò di togliersi la vita con un fucile

OSTUNI - Minacciava di togliersi la vita su una spiaggia, ma i poliziotti del commissariato di Ostuni riuscirono a farlo desistere. L’episodio, verificatosi presso una marina di Ostuni, risale alla fine del mese di giugno ma è emerso solo nella giornata odierna (mercoledì 28 luglio) grazie a una nota di plauso nei confronti degli agenti da parte della sindaca di San Vito dei Normanni, Silvana Errico, concittadina dell’autore del drammatico gesto. I poliziotti furono allertati da alcuni cittadini. Dopo molto tempo speso a trattare con il ragazzo, lo convinsero a riporre l’arma, salvandogli, di fatto, la vita. 

Con una nota indirizzata al questore di Brindisi, Ferdinando Rossi, e al dirigente del commissariato della Città Bianca, Andrea Toraldo, la prima cittadina ha pubblicamente espresso “l’apprezzamento, suo e dell’intera comunità cittadina, per la professionalità, il profondo senso di umanità, l’impegno e l’abnegazione dimostrati dagli agenti in servizio presso quel commissariato in occasione di un episodio di cronaca, avvenuto in una località della costa ostunese lo scorso mese di giugno, che ha visto come protagonista un cittadino sanvitese”.

“In quella circostanza, il tempestivo e professionale intervento degli agenti ha consentito di salvare una vita umana ed evitare possibili problemi ai passanti”. “Ancora una volta – ha scritto il sindaco nella nota - la Polizia di Stato ha saputo dare prova di essere sempre vicina ai cittadini, specie quando questi si trovano nei momenti di difficoltà. Apprezziamo quindi il vostro valore certi di poter sempre contare su un punto di riferimento per tutti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minaccia suicidio in spiaggia: la polizia "tratta" e lo fa desistere

BrindisiReport è in caricamento