menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Poliziotto sampietrano sventa violenta rapina ma rimane ferito

E' di San Pietro Vernotico il poliziotto che venerdì scorso è rimasto ferito insieme a un collega di Bari per sventare una violenta rapina a Crotone ai danni di un extracomunitario da parte di due connazionali che per sottrargli il cellulare lo hanno colpito con il collo di una bottiglia rotta e un "nunchaku"

SAN PIETRO VERNOTICO – E’ di San Pietro Vernotico il poliziotto che venerdì scorso è rimasto ferito insieme a un collega di Bari per sventare una violenta rapina a Crotone ai danni di un extracomunitario da parte di due connazionali che per sottrargli il cellulare lo hanno colpito con il collo di una bottiglia rotta e un “nunchaku”, strumento usato nelle arti marziali orientali. Si tratta di Vincenzo Negro e Roberto Laterza. I due hanno riportato profonde ferite da taglio alle braccia. La notizia è stata riportata su alcuni giornali on line della zona e i poliziotti sono stati riconosciuti dai loro compaesani che hanno manifestato grande preoccupazione. Per fortuna le ferite guariranno nel giro di un paio di settimane, ma sarebbe potuta finire molto peggio.

L’aggressione si è verificata in via G.Di Vittorio, i poliziotti pugliesi, durante un servizio di pattugliamento, hanno notato due extracomunitari, uno armato di un collo di bottiglia in vetro e l’altro con un “nunchaku”, attrezzo usato nelle arti marziali orientali, intenti a percuotere con violenza un loro connazionale. Sono riusciti a metterlo in salvo ma i due aggressori hanno rivolto le violenze sui poliziotti che per fortuna sono riusciti a bloccarli e poi arrestarli, dopo essere rimasti feriti. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento