rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

Pollino, Adriana è viva: la ragazza di Ostuni trovata dai soccorritori

La giovane 21 anni in salvo assieme a due baresi con i quali aveva raggiunto il Parco. L’auto era stata rinvenuta a trenta chilometri dal punto della tragedia

OSTUNI – Una telefonata per la fine dell’incubo. “E’ viva. L’abbiamo trovata”. Adriana Pugliese, la ragazza ostunese di 21 anni, è stata rintracciata dai soccorritori impegnati nel Parco del Pollino: dopo la piena del torrente che ieri ha travolto gli escursionisti, di lei si erano perse le tracce. Muto il telefonino. Una notte di angoscia e terrore, la speranza e la preghiera, questa mattina attorno alle 12 la telefonata a casa della famiglia e il sollievo.

soccorsi pollino-2

Il ritrovamento

Sta bene la ragazza di Ostuni. Era assieme a due giovani di Bari, Giuseppe De Santis ed Enrico Luccarini, 22 e 23 anni. Dei tre non c’era stata nessuna notizia dopo la piena del torrente che attraversa la Gola del Raganello, in provincia di Cosenza. I loro nomi erano stati inseriti nella lista dei dispersi diramata dalla prefettura, dove è stata allestita l’unità di crisi. Quel muro di acqua, fango e detriti ha sorpreso e travolto diversi gruppi di turisti attorno alle 13,30 di ieri.

Telefonini muti. Sembravano spenti. Nomi e foto dei ragazzi sono stati resi noti per aiutare le ricerche e raccogliere le segnalazioni. La macchina dei soccorsi con l'ausilio di elicotteri (nella foto dell'Ansa) non si è fermata nella notte, nonostante il buio, ma dei tre nessuna traccia.

1534829706642.jpg--tragedia_sul_pollino__11_mortibomba_d_acqua_su_due_gruppicinque_dispersi__salvi_in_23-3

L’auto e il messaggio su Twitter

In mattinata, attorno alle 11 i carabinieri forestali hanno trovato un’auto, nei pressi di Morano Calabro: è risultata in uso a uno dei due baresi. E’ stata rinvenuta a circa trenta chilometri dal luogo della tragedia e questo ha alimentato la speranza di riuscire a trovare vivi i tre giovani. Così è stato: meno di un’ora dopo, uno degli amici dei ragazzi sarebbe riuscito a mettersi in contatto con loro e scrivere su Twitter poche parole per dire che erano riusciti a mettersi in salvo e a fornire indicazioni sul punto esatto in cui erano.

Sono stati trovati tutti e tre. nella zona di  Valle d’Impisa, una località a monte della zona del disastro. Qui non c'è campo per i telefonini. Sono vivi per miracolo, dicono da Ostuni e Bari. Presto torneranno a casa e riabbracceranno le loro famiglie. A Ostuni ci sono i genitori di Adriana che l’aspettano. Ci sono gli amici. La Città Bianca da ieri ha pregato per lei e per gli altri. Così come Bari ha fatto per gli altri due.

Cisternino in lutto

gianfranco fumarola 1-2A Cisternino si piange per la morte di Gianfranco Fumarola, l’agente della polizia penitenziaria deceduto nella notte a causa delle ferite riportate dopo essere stato travolto dalla piena mentre attraversava la Gola. Troppo gravi le conseguenze del trauma riportato. Aveva compiuto 43 anni il 22 giugno, era padre di tre figli. Stando a quanto si apprende, i figli di 11 e 12 anni si trovavano con lui quando si è scatenato l'inferno: sono riusciti a mettersi in salvo su alcune rocce e qui sono stati presi dai soccorritori. Il papà non ce l'ha fatta.

con i due figlioli di 11 e 12 anni, che si sono salvati, con molta probabilità, dopo che erano stati aiutati, proprio dal padre, ad aggrapparsi attaccati a dei rami e/o a delle rocce sporgenti. Il figlioletto di 4 anni era rimasto insieme alla madre, originaria di Vaccarizzo Albanese, un paese in provincia di Cosenza, che aveva deciso di non prendere parte alla escursione. 

Prestava  servizio nella casa circondariale di Taranto. Era nato a Martina Franca. La salma dovrebbe essere trasferita dall’ospedale di Castrovillari nella palestra comunale di Civita, assieme alle altre. Sono dieci le vittime. Undici i feriti, due dei quali sono di Ostuni. Le imprecisioni legate al numero delle vittime - riferiscono dalla protezione civile - è determinata dal fatto che in aggiunta a due gruppi di escursioni organizzati, ce n'erano altri. “Siamo molto cauti”, dice Paola Galeone, prefetto di Cosenza. “I numeri che abbiamo dato all’inizio, di due gruppi di 18 persone, per un totale di 36 si riferivano a gruppi organizzati. Ora con un numero telefonico dedicato, sia in Regione, sia in Prefettura, stiamo cercando di avere notizie di eventuali uscite di persone singole o di coppie”.

Le vittime

Una delle vittime era una guida esperta della zona, Antonio De Rasis, di Cerchiara, in provincia di Cosenza; Antonio Santopaolo e Carmen Tammaro, entrambi di Qualiano, in provincia di Napoli; Immacolata Marrazzo di Torre del Greco, Napol;  Carlo Maurici  e Valentina Venditti di Roma; Claudia Giampietro di Conversano, in provincia di Bari; Miriam Mezzola di Torricella, nel Tarantino;  Paola Romagnoli di Bergamo, ma residente in Francia con il marito olandese. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pollino, Adriana è viva: la ragazza di Ostuni trovata dai soccorritori

BrindisiReport è in caricamento