menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il procuratore aggiunto Nicolangelo Ghizzardi

Il procuratore aggiunto Nicolangelo Ghizzardi

Ponci: medici patteggiano, 37 a giudizio

BRINDISI - Hanno chiesto di patteggiare due medici coinvolti nella maxi inchiesta sui “ponci” per truffare le assicurazioni la cui prima tranche è giunta oggi dinanzi al gup: per Francesco Zizzi, di Fasano, il conto proposto è di due anni di reclusione (pena sospesa), per Giovanni Manfredi, anch’egli di Fasano, sei mesi sempre con la sospensione condizionale della pena. Sono 36 i rinvii a giudizio, un abbreviato.

BRINDISI - Hanno chiesto di patteggiare due medici coinvolti nella maxi inchiesta sui "ponci" per truffare le assicurazioni la cui prima tranche è giunta oggi dinanzi al gup: per Francesco Zizzi, di Fasano, il conto proposto è di due anni di reclusione (pena sospesa), per Giovanni Manfredi, anch'egli di Fasano, sei mesi sempre con la sospensione condizionale della pena. Sono le pene ritenute congrue dall'accusa sostenuta dal procuratore aggiunto Nicolangelo Ghizzardi e dal pm Milto Stefano De Nozza e dai difensori dei due imputati, Amilcare Tana e Riccardo Pagliarulo. Il gup Giuseppe Licci si esprimerà nell'udienza del 30 gennaio. Una terza persona, Angelo Perillo, di Locorotondo, ha invece chiesto di essere giudicata con rito abbreviato: il processo è stato fissato per il 27 marzo.

Gli altri, sono in tutto 36, sono stati invece rinviati a giudizio: affronteranno il rito ordinario dinanzi alTribunale in composizione collegiale, prima udienza il 28 aprile. Le compagnie assicurative si sono costituite parte civile, ma solo in riferimento ad alcune posizioni. Andranno a giudizio: Angelo Albanese di Fasano, Tommaso Albanese di Fasano, Jessica Alò di Cisternino, Danilo Giuseppe Baldassarre di Cisternino, Fabrizio Baldassare di Cisternino, Vincenzo Baldassarre di Cisternino, Vito Sante Baldassarre di Cisternino, Cosimo Berberi di Fasano, Giuseppe Carbotti di Fasano, Pietro Mirko Carbotti di Scafati, Teresa Ciaccia di Pezze di Greco, Umberto D'Errico di Fasano, Alexander Daka di Locorotondo, Nikel Daka di Locorotondo, Saimir Daka di Locorotondo, Pietro Ferrante di Cisternino, Anna Francesca Giuranna di Fasano, Roberto Latartara di Fasano, Antonella Maglionico di Fasano, Vito Mansueto di Fasano, Antonio Mileti di Fasano, Giovanni Mileti di Fasano, Mariangela Mileti di Fasano, Paolo Mileti di Fasano, Maria Napoletano di Pezze di Greco, Valentina Pace di Conversano, Antonio Pagnelli di Fasano, Rosalia Pagnelli di Fasano, Fabio Rodio di Martina Franca, Felice Schiavone di Pezze di Greco, Filomena Semeraro di Fasano, Giuseppe Semeraro di Fasano, Paolo Sisto di Fasano, Paolo Speciale di Pezze di Greco, Francesca Tortella di Fasano, Tommaso Zacheo di Fasano.

In tutto gli imputati sono 196, divisi in 4 tronconi. Le prossime udienze preliminari sono fissate per il 23, 30 gennaio e per il 6 febbraio. Fra le persone coinvolte medici, avvocati e carrozzieri che avrebbero certificato o denunciato falsi incidenti, spesso e volentieri con lesioni mai riportate per ottenere gli indennizzi delle compagnie assicurative. Le accuse sono a vario titolo di associazione per delinquere e di fraudolenta distruzione di cose o menomazione della propria persona. Il collegio difensivo è composto dagli avvocati Fabio Di Bello, Oronzo De Leonardis, Francesco Saponaro, Giovanni Caroli, Riccardo Pagliarulo, Giuseppe Sardano, Pietro Balestra, Gabriele Contini e Amilcare Tana.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento