menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ponti e strade a rischio: "Impossibile completare le verifiche entro fine mese"

I sindaci di Mesagne e San Pancrazio Salentino, tramite l'Anci, chiedono una proroga del termine del 30 agosto indicata dal ministero per completare il monitoraggio delle infrastrutture comunali

“Impossibile completare l’opera di monitoraggio entro il 30 agosto”. I sindaci di Mesagne, Pompeo Molfetta, e San Pancrazio Salentino, Salvatore Ripa, hanno chiesto una proroga del termine fissato dal ministero delle Infrastruttura e dei trasporti per adempiere ai controlli “sullo stato di conservazione e manutenzione di tutte le opere infrastrutturali di competenza delle Amministrazioni Comunali”, a seguito della strage provocata dal crollo del ponte Morandi di Genova.

I due primi cittadini hanno scritto al presidente nazionale Anci Antonio Decaro e per conoscenza al presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, al presidente facente funzioni della Provincia di Brindisi Tanzarella e a tutti i sindaci della Provincia di Brindisi per chiedere una formale proroga della scadenza ultima, prevista appuntoper il prossimo 30 agosto.

«La nota ministeriale – spiegano i due primi cittadini - è arrivata ai Comuni solo nella giornata di lunedì 20, quindi solo 10 giorni prima della scadenza richiesta». La stessa nota precisa che le rendicontazioni debbono essere corredate da intestazioni tecniche (perizie, verbali di sopralluogo, etc.) con l’indicazione delle priorità e della stima indicativa dei relativi costi.

«Appare del tutto evidente – prosegue la nota dei due Sindaci - l’impossibilità di adempiere a quanto richiesto in tempi così contingentati, considerata l’entità delle richieste poste, l’impegno a cui sarebbero chiamati gli Uffici Tecnici comunali, peraltro in periodo di ferie, su un patrimonio che dovrebbe coinvolgere ponti, strade, edifici scolastici, opere idrauliche e così via. Si invita pertanto l’Anci a farsi carico di queste difficoltà degli enti locali e di farsi portavoce presso il Ministero ed il Governo di una richiesta di proroga».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento