Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca Strada della Torretta

Porte e infissi rotti, estintori presi di mira: vandali devastano scuola media

Porte e finestre rotte, estintori svuotati, ovunque segni di devastazione all’interno. I vandali si sono accaniti contro la scuola media Mameli del comprensorio Paradiso situata in strada della Torretta, al rione Paradiso. E’ uno scenario desolante quello in cui stamattina si sono imbattuti i collaboratori scolastici, al momento in cui hanno aperto l’edificio

BRINDISI – Porte e finestre rotte, estintori svuotati, ovunque segni di devastazione all’interno. I vandali si sono accaniti contro la scuola media Mameli del comprensorio Paradiso situata in strada della Torretta, al rione Paradiso. E’ uno scenario desolante quello in cui stamattina si sono imbattuti i collaboratori scolastici, al momento in cui hanno aperto l’edificio.

La struttura è stata messa a ferro e fuoco dai teppisti, entrati in azione nottetempo. Il dirigente scolastico ha dovuto chiedere l’intervento dei carabinieri. Sul posto si sono recate un paio di pattuglie della compagnia di Brindisi. In questi minuti è ancora in corso un sopralluogo all’interno del plesso. Fortunatamente oggi i bambini sono restati a casa in occasione delle festività di Ognissanti.004-3

Non è la prima volta, purtroppo, che la Mameli finisce nel mirino dei barbari. Lo scorso 7 gennaio intervennero i vigili del fuoco per rompere il lucchetto del cancello di ingesso, sostituito da qualche buontempone. E già in precedenza la scuola era stata più volte martoriata.

A seguito di un sopralluogo effettuato in mattinata dal sindaco Consales, dall’assessore ai Lavori Pubblici, Cosimo D’Angelo, dai funzionari comunali Gaetano Padula e Giovanni Nardelli e da personale della Multiservizi, è emerso che le lezioni potranno riprendere soltanto a partire da lunedì prossimo, 9 novembre.

Lo si apprende da una nota del Comune che fornisce ulteriori dettagli sul raid. I vandali “dopo aver divelto due portoni di ingresso – si legge nel comunicato - si sono introdotti all’interno dell’edificio ed hanno vandalizzato tutte le strutture esistenti, così come hanno rubato dei videoproiettori e dei computer. Numerosi estintori, inoltre, sono stati svuotati nelle classi rendendo l’aria irrespirabile”.

005-3I danni provocati sono quindi “gravissimi”. E il sindaco pone l’accento sulla situazione di disagio vissuta da un quartiere, il Paradiso, al centro di numerosi episodi di illegalità. 
“La situazione dell’ordine pubblico in questo quartiere – afferma il sindaco– sta diventando davvero preoccupante. Nei giorni scorsi la distruzione della Madonnina in piazza Pirandello e adesso una scuola devastata. Chiederò un immediato potenziamento dei controlli da parte delle forze dell’ordine, così come mobiliteremo ancor di più la nostra Polizia Municipale”. 

“Ma è chiaro  - prosegue il primo cittadino - che tutto questo non basta. Occorre un impegno da parte di tutti. L’amministrazione comunale in questo rione ha uno dei Centri di aggregazione giovanile più organizzati della Puglia e siamo sempre stati disponibili a sostenere iniziative di socializzazione. Ma il degrado e la degenerazione giovanile si contrastano con l’impegno di tutti. A partire dai cittadini, molti dei quali continuano a ‘non vedere e a non sentire’, anche quando stanno distruggendo le loro strade e le loro piazze”. 

Consales fa riferimento anche alla marcia per la legalità svoltasi domenica mattina (1 novembre) per le vie del rione, grazie all’iniziativa dei parroci della chiesa di San Nicola. “Ben venga l’invito alle Istituzioni a fare di più – afferma a tal proposito Consales - ma senza alcuna polemica vorrei aggiungere che anche la Parrocchia può fare molto di più aprendo le porte per l’intera giornata e promuovendo iniziative per lottare contro l’indifferenza. Proporrò al Parroco di farle insieme, anche allo scopo di fornire una risposta decisa della società civile contro ogni forma di degrado sociale”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porte e infissi rotti, estintori presi di mira: vandali devastano scuola media

BrindisiReport è in caricamento