Sabato, 13 Luglio 2024
Cronaca

Xylella, ulivi da abbattere: Emiliano si arrabbia con alcune testate

Michele Emiliano non ci sta e disconosce affermazioni appioppategli da alcuni organi di informazione sull'emergenza Xylella, come la frase "Pronti ad abbattere i nostri ulivi". Il presidente della Regione Puglia smentisce

Michele Emiliano non ci sta e disconosce affermazioni appioppategli da alcuni organi di informazione sull'emergenza Xylella, come la frase "Pronti ad abbattere i nostri ulivi". Il presidente della Regione Puglia smentisce e dice: "Mai pronunciata quella frase: le dichiarazioni rilasciate ieri durante la task force anti Xylella sono chiare: tuteleremo i nostri ulivi con ogni mezzo, faremo tutti i tentativi possibili e immaginabili per salvare il nostro patrimonio".

In effetti, nel comunicato ufficiale della presidenza della Regione Puglia sull'esito della riunione della task force Xylella, la frase esatta è quella del resto riportata anche da BrindisiReport.it: "Le linee guida del nostro atto - ha detto - saranno: riprendere in mano
il documento fitosanitario e rafforzarlo dal punto di vista dei soggetti coinvolti, concentrandolo alla lotta al vettore; agire sul vettore
limitandone l’azione con mezzi che devono guardare allo sradicamento della pianta come un’assoluta eccezione che può avvenire solo se la pianta è malata e se sono esclusi altri mezzi che possano evitarne la distruzione”.

Insomma, l'ipotesi fatta dal governatore è molto più restrittiva e mirata, un'ultima chance: "D'altra parte alla task force era presente la gran parte degli scienziati ed esperti che si oppone al taglio di ulivi nel raggio dei 100 metri dalla pianta infetta ed é stata trasmessa in streaming - dice stamani Emiliano in una nota di precisazione inviata a tutti i giornali -. Al fine dunque di non creare inutili allarmi tra agricoltori e popolazione residente si chiede di pubblicare con analoga evidenza questa nota".


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Xylella, ulivi da abbattere: Emiliano si arrabbia con alcune testate
BrindisiReport è in caricamento