Furto elemosine nella cattedrale: torna in carcere pregiudicato

Un 45enne individuato dalla polizia. Revocati gli arresti domiciliari. Sparirono 400 euro dalla cassette delle offerte

OSTUNI – Flagranza del reato trascorsa, ma è finito ugualmente in carcere un ostunese di 45 anni, Pietro Guarnieri, con numerosi precedenti penali, denunciato dai poliziotti del commissariato della Città Bianca per il furto del denaro contenuto nella cassetta delle offerte della cattedrale, circa 400 euro.

Le indagini condotte dalla Polizia di Stato avevano prodotto elementi probatori a carico del soggetto, che si trovava in regime di arresti domiciliari. Ma proprio nell’arco temporale in cui il furto era stato commesso, l’indagato aveva usufruito di permessi orari.

Sulla base di tali indizi, il magistrato del tribunale di sorveglianza di Lecce ha revocato, per quanto di propria competenza, il beneficio degli arresti domiciliari al presunto autore del furto, disponendo a carico di questi il ripristino della custodia in carcere. Ordinanza subito eseguita dal personale del commissariato di Ostuni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giallo di Ceglie: i due rumeni si sarebbero uccisi a vicenda

  • Attentato a Brindisi: bomba devasta l'ingresso di un bar in viale Commenda

  • Inseguimento si conclude con scontro frontale: un arresto

  • Incidente sulla superstrada, auto contro alberi: grave un giovane

  • Esplosi colpi di arma da fuoco nel centro abitato: si indaga

  • Incidente sulla circonvallazione: giovane motociclista in ospedale

Torna su
BrindisiReport è in caricamento