rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca Carovigno

Prende a calci il padre e gli frattura due costole: arrestato

Un 40enne di Carovigno in carcere: aggressione dopo che i carabinieri hanno notificato l'avviso di conclusione indagine per estorsione aggravata ai danni dei genitori

CAROVIGNO- Calci e pugni al padre, anziano, trovato a terra in salotto con due costole fratturate: con l'accusa di lesioni personali è stato arrestato in flagranza di reato, un uomo di 40 anni, residente a Carovigno. E' stato portato nel carcere di via Appia, dai carabinieri della stazione di Carovigno, in attesa dell'udienza di convalida davanti al giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Brindisi.

L'aggressione al genitore sarebbe avvenuta dopo che i militari hanno notificato all'uomo l'avviso di conclusione di indagini con l'accusa di estorsione aggravata commessa nei confronti dei genitori conviventi. A notifica avvenuta, i due anziani, hanno subito mostrato segni di preoccupazione per la potenziale reazione del figlio, paventando una possibile ritorsione. Per questo motivo, i carabinieri, dopo aver notificato gli atti, sono rimasti nelle vicinanze dell'abitazione, pronti a  intervenire in caso di necessità. E così è stato.

A distanza di qualche minuto, stando a quanto riferiscono gli stessi militari, si è reso necessario fare irruzione perché dall'esterno si sentiva grida: una volta entrati, hanno trovato l'anziano padre, in cucina, riverso per terra vicino al divano, aggredito dal figlio con un calcio all'addome.  L'uomo avrebbe tentato di fuggire, ma è stato fermato e arrestato per lesioni  e maltrattamenti in famiglia.

I militari hanno chiesto l'intervento del 118 per portare in ospedale l'anziano genitore. Il padre ha  riportato  lesioni giudicate guaribili in almeno  20 giorni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prende a calci il padre e gli frattura due costole: arrestato

BrindisiReport è in caricamento