rotate-mobile
Cronaca

Gli orari dei pullman Stp a portata di App: l'intuizione di tre studenti brindisini

Da oggi è disponibile su Ios e Android una app che consente di visualizzare gli orari di arrivo e partenza delle vetture Stp con modifiche in tempo reale. Il presidente Almiento: "In futuro anche un sistema Avm"

BRINDISI – “Vagnù, ho un’idea”. E’ partito da questo messaggio il percorso che ha portato tre studenti universitari di San Vito dei Normanni a sviluppare un’App che sarà di enorme aiuto per le migliaia di utenti degli autobus extraurbani della Stp. “Orari Stp” è scaricabile dalla mezzanotte di ieri sui dispositivi Ios. Nel giro di qualche ora sarà anche a disposizione di smartphone e tablet con sistema operativo Android. Scorrendo il dito sul touch screen sarà possibile consultare, nel giro di pochi secondi, orari di partenza e di arrivo di tutte le vetture della Società di trasporti pubblici, con aggiornamenti in tempo reale in base alla modifica delle tratte.

LA VIDEOINTERVISTA AGLI STUDENTI: "UN'IDEA NATA PER GIOCO"

Utilizzare l’applicazione è semplicissimo. Basta inserire la località di partenza e quella di destinazione e il gioco è fatto. Non solo. La app Orari Stp-2dà anche la possibilità di accedere a una mappa in cui sono indicati, strada per strada, tutti i rivenditori di biglietti Stp della provincia.

“Orari Stp” è stata presentata stamani (20 aprile) nel corso di una conferenza stampa svoltasi presso la sede della Stp nella zona industriale di Brindisi.  A fare gli onori di casa c’erano il presidente dell’azienda, l’avvocato Rosario Almiento, il direttore, l’avvocato Marcello Falcone, i dirigenti e i componenti del consiglio di amministrazione. Ma i grandi protagonisti dell’evento sono stati loro: Giuseppe Vitale, studente della facoltà di Informatica dell’università Bicocca di Milano, diplomatosi al liceo Scientifico “Ludovico Pepe” di Ostuni; Alberto Carrone, iscritto alla facoltà di Scienze della comunicazione dell’università Cattolica di Milano, diplomatosi al liceo Scientifico “Leonardo Leo” di San Vito dei Normanni; Manuel Manelli, studente del corso di Ingegneria informatica dell’Università politecnica delle Marche, diplomatosi presso l’istituto industriale “Fermi” di Francavilla Fontana.

Sono nati tutti e nel 1997: “L'anno in cui è nata Google”, rimarca, con ironia, uno di loro. Giuseppe, Alberto e Manuel si conoscono da tempo. Tutti e tre utilizzavano i mezzi della Stp per spostarsi in provincia. “Un giorno – racconta Giuseppe – mentre rientravo da mare insieme a mio cugino, presi sonno sul sedile di un pullman e anziché scendere a San Vito, arrivai fino a Francavilla Fontana. Il telefonino stava per scaricarsi. Non avevo idea di dove avrei potuto acquistare un biglietto e né tantomeno degli orari delle corse successive. Così inviai ai miei amici il messaggio da cui tutto è partito: ‘Vagnù, ho un’idea’”.

IMG_2206-2“Quando andavamo a scuola – spiega Manuel – ancora non avevamo uno strumento che ci consentisse di consultare gli orari dei pullman e così per gioco è nata questa applicazione”. “La prima versione – spiega Alberto – è nata tre anni fa. Per svilupparla ci sono voluti circa sei mesi, dato che abbiamo creato una base semplice, in cui ogni singolo orario e ogni singola fermata andavano scritti manualmente. Con la nuova versione nata nell’aprile 2016, invece, i dati vengono inseriti tramite database”.

All’inizio l’app resta confinata a una ristretta cerchia di amici. Dopo qualche tempo gli studenti decidono di inviare una mail all’azienda per presentare il loro progetto. Ma in realtà la Stp si era già accorta di loro. “Questi ragazzi – afferma Rosario Almiento – metteranno nel loro curriculum una esperienza importante. Con le loro competenze potranno contribuire allo sviluppo del territorio. Essere riconosciuti come incubatore di talenti è una grande gioia per la Stp”.

Gli ideatori della App Orari Stp insieme allo staff della Stp-3

Almiento rimarca come i creatori della app non siano stati raccomandati (“hanno solo mandato una mail”) e azzarda addirittura un paragone Mark Zuckerberg, l’ideatore di Facebook. “Non so se è un paragone appropriato – dichiara ancora Almiento – ma per fare le cose in grande bisogna pensare in grande. Facebook partì come un sistema di rete sociale fra gli studenti di una università, prima di diventare il social network più popolare al mondo”.

Per l’azienda l’investimento nella app è stato a costo zero. Per questo i ragazzi sono stati premiati con una borsa di studio che consentirà loro di proseguire con serenità gli studi universitari. Nel frattempo, l’applicazione verrà ulteriormente sviluppata. “I nostri tecnici – spiega Almiento – stanno già lavorando all’idea di attivare un sistema che consente di monitorare i veicoli in movimento denominato Avm. Questa forma di servizio sarà messa a gara”. Ma in attesa dell’Avm, Orari Stp è già un importante passo nel futuro per l’azienda di trasporti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli orari dei pullman Stp a portata di App: l'intuizione di tre studenti brindisini

BrindisiReport è in caricamento