menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
preparazione delle pettole

preparazione delle pettole

Presepe vivente tra sapori e tradizioni

TUTURANO – Antichi mestieri e tradizioni, ritorno ai profumi e ai sapori del passato e la natività vissuta in prima persona dai cittadini a Tuturano e San Pietro Vernotico.

Antichi mestieri e tradizioni, ritorno ai profumi e ai sapori del passato e la natività vissuta in prima persona dai cittadini. Momenti suggestivi ed emozionanti si sono vissuti ieri a Tuturano e San Pietro Vernotico dove, gruppi di parrocchiani hanno organizzato, nel primo Comune dopo quattro anni nel secondo, da tre anni consecutivi, il Presepe vivente. Ieri con la cavalcata dei Re magi si è svolta la manifestazione conclusiva.

A Tuturano è stato organizzato dalla parrocchia Maria Santissima Addolorata in collaborazione con l'azione cattolica, la confraternita della Madonna del Giardino, l'associazione Tutorium, la Proloco, l'Oriental dance e i gruppi parrocchiali e patrocinato dal Comune di Brindisi.

Le varie scene che riportavano al passato ricostruendo realtà di altri tempi sono state allestite nel centro storico: via S.Anastasio, vico San Martino, piazza Regina Margherita, via Conte Goffredo, largo Carità, via Madonna Del Giardino, via Paticchi. Ogni zona raccontava antichi mestieri (c'era il fabbro, il panettiere, il calzolaio, il venditore di stoffe) valorizzando la manodopera locale, prendendo spunto anche dai racconti dei più anziani e recuperando attrezzi antichi.

Il percorso si è alternato tra larghi, piazze e anche antiche case che privati hanno messo a disposizione. Nella Chiesa Madonna del Giardino (recentemente restaurata) è stata allestita la natività. L'intera manifestazione ha visto la partecipazione di 80 figuranti di tutte le età. La coppia che rappresentava la natività, è una coppia anche nella vita e il bambinello è il loro figlio.

Il tutto è stato coordinato da tre giovani di Azione cattolica di Tuturano: Vincenzo Sanapo, Antonio Maci e Vincenzo Angeletta. Si sono occupati di realizzare le strutture per i vari allestimenti e di coordinare i vari gruppi. "Non poche sono state le difficoltà per ricostruire una piccola Betlemme, ma comunque, ci possiamo ritenere molto soddisfatti - commentano i tre - c'è stata una grande presenza di pubblico, anche ieri in serata in occasione della cavalcata del Magi.

C'è stata una piccola processione con i figuranti a seguito dei Magi a cavallo per rendere omaggio al Bambinello. L'atmosfera è stata delle migliori ed ha fatto rivivere per due giorni (29 dicembre e 6 gennaio, ndr) il centro della frazione, poco utilizzato e poco valorizzato. Un ringraziamento va a tutti i gruppi che hanno collaborato".

A San Pietro Vernotico, invece, il Presepe vivente è stato organizzato dal comitato feste San Giovanni Bosco e patrocinato dal Comune di San Pietro Vernotico. E' stato allestito come ormai da diversi anni all'interno di un vasto locale all'aperto situato alle spalle della grotta della Madonna di Lourdes in via Lecce, di proprietà della parrocchia di San Giovanni Bosco. Tra alberi di pino e grosse aiuole sono state ricostruite vere e proprie scene e realtà del passato, con gli attrezzi e gli abiti di un tempo.

C'erano le lavandaie, il barbiere, il calzolaio, le ricamatrici, le tessitrici, i pastori, le pecorelle, i conigli e le papere. C'era il mercato e stanze arredate con mobili antichi, in ognuna un figurante spiegava mestieri e l'uso di alcuni utensili. Un tuffo nel passato con gli stessi profumi di una volta. Grande successo e grande partecipazione anche per il Presepe vivente sanpietrano, organizzato con non pochi sforzi ma ripagato dai sorrisi e la gioia dei partecipanti, i bambini e i giovani hanno conosciuto realtà ormai lontane, gli anziani hanno rivissuto i momenti della loro giovinezza.

Generazioni che si sono incrociate sotto un cielo freddo ma stellato e che hanno condiviso le emozioni liete e tristi di un tempo, quando non c'erano stufe elettriche e i panni si lavavano a mano, ma quando bastava un "cantastorie" per allontanare i cattivi pensieri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento