Mercoledì, 12 Maggio 2021
Cronaca

Presi dopo furto in una villetta rispondono di rapina impropria e lesioni

Tre tunisini senza fissa dimora sono stati arrestati dai carabinieri di San Pancrazio Salentino per rapina impropria e lesioni personali, subito dopo il furto in un appartamento

SAN PANCRAZIO SALENTINO – Tre tunisini senza fissa dimora sono stati arrestati dai carabinieri di San Pancrazio Salentino per rapina impropria e lesioni personali, subito dopo il furto in un appartamento. Si tratta di Mohsen Hafien 22 anni, Yahya Kamel 36 anni e Amed Sabri 34 anni.

I fatti si sono verificati nel pomeriggio di ieri, lunedì 9 maggio, a San Pancrazio Salentin. A richiedere l’intervento degli uomini del 112 sono stati alcuni residenti della zona quando hanno notato tre individui introdursi in una villetta. I proprietari erano all’interno, sono stati allertati dai alcuni rumori provenire dalla strada ma non hanno avuto nemmeno il tempo a capire che stavano per diventare vittime di un furto che i vicini avevano già chiamato le forze dell’ordine. I malfattori hanno arraffato qualche oggetto e abbigliamento dalla veranda e si sono dati alla fuga, un vicino di casa, un pensionato, ha cercato di fermarli, è stato strattonato ed è finito per terra riportando ferite al torace guaribili in sei giorni. Nel frattempo sono giunti sul posto i carabinieri che hanno ingaggiato un inseguimento, intanto i tre fuggitivi hanno abbandonato per strada la refurtiva. Su disposizione del pubblico ministero di turno, i tre sono stati arrestati e trasferiti nel carcere di Brindisi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presi dopo furto in una villetta rispondono di rapina impropria e lesioni

BrindisiReport è in caricamento