rotate-mobile
Cronaca

Presi topi d'appartamento dell'Est

BRINDISI - Si apprestavano a svaligiare un appartamento della centralissima via Taranto a Brindisi, quando qualcuno ha notato le tre persone sospette ed ha avvisato la polizia. E la segnalazione è servita, dal momento che in pochi minuti i tre – che nel frattempo si erano introdotti nell'appartamento di una signora assente in quel momento – sono stati colti dagli agenti della squadra mobile e della sezione volanti con le mani nei sacchi.

BRINDISI - Si apprestavano a svaligiare un appartamento della centralissima via Taranto a Brindisi, quando qualcuno ha notato le tre persone sospette ed ha avvisato la polizia. E la segnalazione è servita, dal momento che in pochi minuti i tre - che nel frattempo si erano introdotti nell'appartamento di una signora assente in quel momento - sono stati colti dagli agenti della squadra mobile e della sezione volanti con le mani nei sacchi.

Non si tratta di un errore di battitura, perchè i sacchi, ovvero le buste ecologiche per fare la spesa erano zeppe di argenteria, telecamera, articoli di bigiotteria, gioielli e quanto erano riusciti ad arraffare in fretta e furia prima di darsi alla fuga. Ma il piano è saltato intorno alle 10 del mattino e al loro arrivo i poliziotti hanno sorpreso e bloccato i primi due topi d'appartamento nell'androne d'ingresso dello stabile, mentre tentavano di scappare.

Un terzo che pensava di essere più furbo è stato ammanettato dopo aver guadagnato il terrazzo. Non si tratta di ladri d'appartamento nostrani. Su disposizione del pm Valeria Farina Valaori sono stati arrestati in flagranza per furto aggravato in concorso tra loro due cittadini originari della Lituania - Ionas Ventas 32 anni e Sarunas Reifonas di 26 anni - e un cittadino originario della Georgia, il 41enne Koba Kokoew.

Formalmente risiedono a Modugno, ma secondo gli investigatori potrebbero essere già in zona da qualche giorno ed aver messo a segno altri colpi. La tecnica utilizzata dagli slavi è proprio quella di arrivare in una città, rimanere qualche giorno, e svuotare il maggior numero di case possibile per poi sparire senza lasciare traccia. Da qui l'appello del vice questore Franceso Barnaba ai brindisini: "Se qualcuno ha visto le facce degli arrestati in giro, segnalasse il fatto alla questura, perchè potrebbe contribuire a fare luce sulla catena di furti avvenuti in questi giorni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presi topi d'appartamento dell'Est

BrindisiReport è in caricamento