rotate-mobile
Cronaca

Preso a Bologna con lupara e droga

BOLOGNA - Circolava in centro centro a Bologna al volante di un'auto rubata, con a bordo quasi due etti di droga e un fucile a canne mozze. Andrea D'Oria, brindisino di 27 anni residente nel capoluogo emiliano, con precedenti, è stato arrestato nella tarda serata di ieri dalla polizia, al termine di un breve inseguimento cominciato in via Petroni e concluso in via San Vitale. Alla guida di una Citroen C3, alla vista di una 'volantè ha improvvisamente aumentato la velocità, attirando così l'attenzione degli agenti.

BOLOGNA - Circolava in centro centro a Bologna al volante di un'auto rubata,  con a bordo quasi due etti di droga e un fucile a canne mozze. Andrea D'Oria, brindisino di 27 anni residente nel capoluogo emiliano, con precedenti, è stato arrestato nella tarda serata di ieri dalla polizia, al termine di un breve inseguimento cominciato in via Petroni e concluso in via San Vitale. Alla guida di una Citroen C3, alla vista di una 'volantè ha improvvisamente aumentato la velocità, attirando così l'attenzione degli agenti.

Appena bloccato, ha consegnato spontaneamente una busta con circa mezzo grammo di marjiuana, ma la perquisizione della vettura ha portato al ritrovamento di altri involucri di droga, in tutto circa 173 grammi di ecstasy. Nel bagagliaio, sotto alcune borse piene di abiti, c'erano un fucile Benellì calibro 12, con la canna troncata artigianalmente, e una busta con 12 cartucce dello stesso calibro. La Citroen è risultata rubata in provincia di Teramo e aveva applicata una targa, anch'essa rubata, di un altro veicolo. Il giovane aveva inoltre la patente revocata. È stato arrestato per detenzione di stupefacenti e porto illegale di armi, e denunciato per guida senza patente e ricettazione.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Preso a Bologna con lupara e droga

BrindisiReport è in caricamento