Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Presto esami anche per Sabrina

BRINDISI – Una grande emozione per gli insegnanti della commissione che sono andati in ospedale a Brindisi per sottoporre Azzurra Camarda – la 15enne rimasta ferita nell'attentato del 19 maggio scorso e attualmente ricoverata nel centro grandi ustionati del Perrino – all'esame per passare al quarto anno, il 9 giugno scorso. Mentre per Anna Canoci, un'altra ragazza pure investita dall'esplosione ma solo in maniera marginale, i risultati degli ultimi esami dicono che la 18enne di Tuturano è affetta da ipoacusia provocata dall'onda d'urto.

BRINDISI - Una grande emozione per gli insegnanti della commissione che sono andati in ospedale a Brindisi per sottoporre Azzurra Camarda - la 15enne rimasta ferita nell'attentato del 19 maggio scorso e attualmente ricoverata nel centro grandi ustionati del Perrino - all'esame per passare al quarto anno, il 9 giugno scorso. Mentre per Anna Canoci, un'altra ragazza pure investita dall'esplosione ma solo in maniera marginale, i risultati degli ultimi esami dicono che la 18enne di Tuturano è affetta da ipoacusia provocata dall'onda d'urto.

Tra docenti dell'Ipsss "Francesca Morvillo Falcone" e i medici dell'ospedale Antonio Perrino di Brindisi, circa due settimane fa, si era svolto un incontro proprio per decidere se le Azzurra Camarda e Sabrina Ribezzi, ancora ricoverate nel Centro grandi ustionati, fossero pronte all'esame di qualificazione di fine anno. Per una delle due, Azzurra Camarda, l'esame di è svolto il 9 giugno scorso quindi Azzura a settembre potrà passare alla IV A per i Servizi Sociali (ramo che la stessa studentessa aveva già scelto). I professori, così come concordato con gli specialisti che hanno Azzurra in cura, hanno usato tutte le dovute accortezze prima di sottoporre la studentessa all'esame, visto soprattutto che si trova in un ambiente asettico.

E' stata una grande emozione per tutti, per gli insegnanti e per la giovane che dopo quasi un mese ha rivisto i suoi professori. Azzurra ha risposto alle domande poste dalla commissione tranquillamente e il giudizio per lei è stato positivo. Per Sabrina Ribezzi, ricoverata accanto ad Azzurra, molto probabilmente l'esame si farà la settimana prossima. Le due studentesse di Mesagne nei prossimi giorni - così come confermato dai medici qualche giorno fa - potrebbero essere trasferite al secondo piano nel reparto di Chirurgia plastica, visto che le loro condizioni mediche sono migliorate a tal punto da non necessitare più il monitoraggio costante dei parametri vitali.

Mercoledì 20 giugno prossimo, gli esami toccheranno alle ragazze del quinto anno della scuola colpita dal vile gesto compiuto da Giovanni Vantaggiato, il commerciante di carburanti di Copertino E toccherà anche ad Anna Canoci, un'altra ragazza rimasta ferita in quella maledetta esplosione della quale si è parlato poco. Anna proprio in questa settimana ha ricevuto i risultati degli esami otorinolaringoiatrici. La studentessa 18enne, con la quale si intrattenne in un breve colloquio il ministro Riccardi, presenta per ora un abbassamento pressoché totale dell'udito per un orecchio e parziale per l'altro. Psicologicamente Anna sta molto meglio.

Papà Massimo Bassi, invece, stamane è stato dimesso dai medici che lo tenevano sotto osservazione all'ospedale San Camillo De Lellis di Mesagne, dopo un crollo fisico e psicologico di due giorni fa. Massimo Bassi è stato curato per una crisi ipertensiva. Fortunatamente però oggi i medici hanno ritenuto opportuno che potesse far ritorno a casa ma deve continuare a stare a riposo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presto esami anche per Sabrina

BrindisiReport è in caricamento