Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Pretendeva tassi del 210 per cento: usuraio cade nella trappola dell'Arma

Ha dovuto corrispondere per tre mesi oltre il 210 per cento di una somma ricevuta in prestito, fino a quando, non riuscendo più a far fronte alle richieste dell’usuraio ha denunciato il fatto ai carabinieri

LATIANO - Ha dovuto corrispondere per tre mesi oltre il 210 per cento di una somma ricevuta in prestito, fino a quando, non riuscendo più a far fronte alle richieste dell’usuraio ha denunciato il fatto ai carabinieri.

Un imprenditore agricolo di Latiano aveva chiesto 3mila euro in prestito al 41enne   Fabrizio Zurlo, nato a Mesagne, già noto alle forze dell’ordine, con l’accordo di restituire il prestito a rate ben 900 euro ogni 15 giorni.  Zurlo nella serata di martedì (29 marzo) è stato arrestato in flagranza per il reato di usura.

L’imprenditore che aveva già restituito 6mila 300 euro quando ha denunciato ai carabinieri di Latiano al comando del maresciallo D’Oria di essere sotto usura e di non riuscire più a far fronte alle pressanti richieste di danaro del suo strozzino. I militari ieri sono intervenuti mentre la vittima consegnava 900 euro relativi agli interessi maturati in 15 giorni. per il prestito di 3mila euro stipulato nel dicembre del 2015.

L’arrestato è stato condotto presso la casa circondariale di Brindisi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pretendeva tassi del 210 per cento: usuraio cade nella trappola dell'Arma

BrindisiReport è in caricamento