menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Festa patronale, vertice in prefettura: barriere anti Tir anche a Brindisi

Discusse nel corso della riunione del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza le misure di sicurezza e di prevenzione da adottare in occasione delle feste dedicate ai santi Lorenzo e Teodoro, dall'1 al 3 settembre

BRINDISI – Le barriere anti Tir con faranno la loro comparsa anche a Brindisi, in occasione della festa dedicata ai santi patroni Lorenzo e Teodoro. E’ quanto stabilito nel corso della consueta riunione del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza che si è svolta stamani (24 agosto) presso la prefettura di Brindisi.

Fra i punti all’ordine dell’ordine del giorno c’era proprio la questione riguardante la sicurezza delle migliaia di persone che si riverseranno sui corsi e sul lungomare di Brindisi da venerdì 1 a domenica 3 settembre. Dopo gli attentati di Nizza, Berlino e Barcellona, i jersey di cemento posti all’imbocco di piazze e aree pedonali sono diventati una realtà anche in Italia. “Di questa esigenza – spiega il vice prefetto vicario della prefettura di Brindisi, Erminia Cicoria – si farà carico la città di Brindisi”.

Le misure si sicurezza

Le barriere verranno collocate “in determinati punti in cui possono essere utili degli ostacoli – chiarisce la viceprefetto – in caso di eventuali azioni ostili sulla folla”. “Si tratta di una precauzione – chiarisce ancora la Cicoria – che va presa con le modalità migliori, per non pregiudicare altre situazioni, come il passaggio dei mezzi di soccorso. Non è il caso di drammatizzare". 

Nel corso del vertice sono stati forniti all’amministrazione comunale dei suggerimenti (sempre in materia di sicurezza) che verranno sviluppati nei prossimi giorni. Ad esempio il Comune dovrà prevedere delle vie di esodo e di accesso rapportate al numero di persone, con vigilanza abbastanza stretta.

Massiccia vigilanza

A tal proposito la relazione consegnata dal tecnico esterno nominato dall’amministrazione comunale per redigere una valutazione dei rischi prevede anche l’impiego di 80 steward specializzati in sicurezza nei punti nevralgici della festa.  La serata più calda sarà quella di sabato 2 settembre, quando una gran folla si accalcherà sul lungomare Regina Margherita  per assistere all’arrivo della processione in mare delle statue dei santi e allo spettacolo dei fuochi pirotecnici. Per la prima volta nella storia, invece, sarà off limits la scalinata Virgilio e l'area delle Colonne romane. 

Le bancarelle, come avvenuto già lo scorso anno, saranno dislocate in via Del Mare. L’installazione delle luminarie è stata affidata alla ditta Marianolight di Corigliano d’Otranto (Lecce), i cui operai sono entrati in azione stamani lungo i corsi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento