menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ospedale Perrino di Brindisi

L'ospedale Perrino di Brindisi

Problemi di lavoro, tenta il suicidio

SAN DONACI - Un uomo di 40 anni nella tarda serata di ieri ha tentato di avvelenarsi, salvato dai parenti e dai medici. Lo avrebbe fatto perchè non trova lavoro. Durante il trasferimento in ospedale l'uomo avrebbe opposto resistenza a ogni tipo di cura.

SAN DONACI - Voleva farla finita perché non riesce a trovare lavoro. È questo il triste movente che poco dopo le 20 di ieri sera ha spinto un 40enne di San Donaci a ingerire veleno anti-lumaca. L'uomo, da quanto è stato ricostruito, avrebbe anche rifiutato le cure disintossicanti, la lavanda gastrica gli è stata praticata quasi con la forza. Ora le sue condizioni sono stretta osservazione.

Ad accorgersi di quello che il 40enne, operante nel campo dell'edilizia, aveva combinato è stata la moglie. Lo ha sentito piangere, è corsa da lui e lo ha trovato con il contenitore dei granelli anti-lumaca in mano. La donna ha immediatamente chiamato i il 118 e i carabinieri. Sul posto si è recata un'ambulanza del Pronto soccorso di San Pietro Vernotico che ha subito trasportato il 40enne al Perrino.

Durante il trasferimento in ospedale l'uomo, ancora cosciente, avrebbe opposto resistenza a ogni tipo di cura. Non voleva essere salvato, preferiva farla finita piuttosto che vivere senza un lavoro e nei debiti. Lo avrebbe urlato più volte. Fortunatamente, poi, i medici sono riusciti a bloccarlo e salvargli la vita. Il 40enne è stato sottoposto alla lavanda gastrica, ora è ricoverato in gravi condizioni. Non dovrebbe correre pericolo di vita.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento