Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca

Due parrucchiere prese di mira in pochi minuti, processo in abbreviato

Pasquale Iacobazzi, 27 anni, di Brindisi, sceglie il rito alternativo: è accusato di una rapina tentata e una consumata in due saloni del rione Commenda. Venne arrestato il 18 ottobre 2016, durante l’interrogatorio chiese scusa

BRINDISI – Ha scelto il giudizio in abbreviato dopo essere stato arrestato con l’accusa di aver preso di mira due parrucchiere nel rione Commenda di Brindisi: Pasquale Iacobazzi, 27 anni, residente nel capoluogo, è stato ammesso al rito alternativo al dibattimento e in tal modo potrà ottenere la riduzione di un terzo della pena, in caso di condanna.

iacobazzi-2-2-2-2-2Davanti al gup del Tribunale di Brindisi, l’imputato comparirà in relazione a quanto avvenne nel pomeriggio del 18 ottobre 2016. Risponde di una rapina tentata e di un’altra consumata in due saloni per donna che si trovano a pochi metri di distanza. Venne arrestato dagli agenti della sezione Volanti, diretti dal vice questore aggiunto Alberto D’Alessandro, dopo qualche minuto dal secondo colpo.

Per quelle azioni, Iacobazzi, difeso dall’avvocato Giuseppe Guastella, chiese scusa nel corso dell’interrogatorio in sede di udienza di convalida davanti al giudice per le indagini preliminari, Paola Liaci. “Ho sbagliato, ero disperato. Non succederà più”.

Quel pomeriggio tentò di entrare prima nel salone "Mary parrucchieri" di via Remo, cercando di forzare la porta di ingresso chiusa a chiave, subito dopo piombò nel salone "Parrucchiere da Maria Pia" in via Sicilia. E qui riuscì a portare via una borsa di una cliente e il denaro custodito in cassa, dopo aver minacciato le donne con un coltello. Venne  fermato nei pressi del parco Di Giulio, nel parcheggio del supermercato Eurospar di via Di Vittorio, e portato in carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due parrucchiere prese di mira in pochi minuti, processo in abbreviato
BrindisiReport è in caricamento