rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca

Progetti per pagare i vigili di notte, ma si riparla della possibilità di chiudere il comando di sera

BRINDISI - Progetti per pagare i turni di notte dei vigili, e si ritorna a parlare della possibilità di tenere chiuso il comando della polizia municipale di Brindisi nella fascia giornaliera che va dalla sera alla mattina. Si tratta di un problema emerso già lo scorso anno, quando si era pensato che l’installazione di telecamere potesse garantire la sorveglianza notturna al comando, al posto dei vigili di notte. Dal Comune, infatti, si continua a sostenere che sia alquanto oneroso continuare a garantire la retribuzione per gli agenti che prestano servizio di notte. Il tutto, nonostante sia ben nota l’utilità dei vigili nelle ore serali e nonostante i discorsi sulla sicurezza, che vedono da un lato sprecarsi dibattiti sulla necessità di potenziare numericamente le forze dell’ordine ma dall’altro facendole lavorare meno per una questione di risparmio.

BRINDISI - Progetti per pagare i turni di notte dei vigili, e si ritorna a parlare della possibilità di tenere chiuso il comando della polizia municipale di Brindisi nella fascia giornaliera che va dalla sera alla mattina. Si tratta di un problema emerso già lo scorso anno, quando si era pensato che l'installazione di telecamere potesse garantire la sorveglianza notturna al comando, al posto dei vigili di notte. Dal Comune, infatti, si continua a sostenere che sia alquanto oneroso continuare a garantire la retribuzione per gli agenti che prestano servizio di notte. Il tutto, nonostante sia ben nota l'utilità dei vigili nelle ore serali e nonostante i discorsi sulla sicurezza, che vedono da un lato sprecarsi dibattiti sulla necessità di potenziare numericamente le forze dell'ordine ma dall'altro facendole lavorare meno per una questione di risparmio.

Proprio recentemente la giunta comunale ha approvato il progetto notturno della polizia municipale che comporterà un pagamento di 26mila euro per il servizio notturno di caserma del 2010, per il periodo che andava dall'1 ottobre al 31 dicembre. Il progetto ha avuto come finalità: svolgere attività di raccordo operativo e funzionale con altri corpi di polizia ed enti vari in relazione alle diverse segnalazioni che dovessero giungere o per eventi, emergenze o urgenze; garantire la vigilanza e la custodia dei beni materiali ed informatici custoditi all'interno della caserma; costituire riferimento operativo per la raccolta delle segnalazioni e l'attivazione dei servizi di pronta reperibilità e di protezione civile; garantire la piena funzionalità del patrimonio comunale e dei servizi comunali (pubblica illuminazione, sicurezza del patrimonio stradale e della circolazione, eccetera); costituire supporto funzionale ed operativo al servizio di vigilanza del settore impegnato in attività esterne negli orari serali e notturni.

Il turno di notte, che va dalle ore 22 alle 8 del mattino del giorno successivo, prevede la presenza di due agenti che controllino - o meglio, che chiamano i colleghi reperibili in caso di emergenze - il comando di polizia municipale, ma anche Palazzo Guerrieri, Palazzo Nervegna, Palazzo di Città, il Teatro Verdi, e molte altre strutture comunali. Non solo: ai vigili urbani spetta il coordinamento delle varie reperibilità, come quelle dei tecnici dell'Acquedotto Pugliese o della pubblica illuminazione per il Comune di Brindisi. In sostanza, in caso di guasti o di problemi ritenuti più gravi per la città, vengono chiamati di notte gli operai in grado di risolvere i problemi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Progetti per pagare i vigili di notte, ma si riparla della possibilità di chiudere il comando di sera

BrindisiReport è in caricamento