menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Archeologia, nuove importanti scoperte a S.Maria di Agnano

Molto promettenti i risultati della campagna di scavo archeologico nel Santuario di Santa Maria di Agnano, sulle colline di Ostuni, iniziata l’1 settembre 2015 con la partecipazione di ricercatori italiani e francesi coordinati dal prof. Donato Coppola

OSTUNI – Molto promettenti i risultati della campagna di scavo archeologico nel Santuario di Santa Maria di Agnano, sulle colline di Ostuni, iniziata l’1 settembre 2015 con la partecipazione di ricercatori italiani e francesi coordinati dal prof. Donato Coppola, direttore scientifico del Museo di “Civiltà preclassiche della Murgia meridionale” di Ostuni,  sono stati preliminarmente resi noti in una relazione pubblicata su Chronique des activités archéologiques de l’École Française de Rome, integralmente riportata sul sito www.ostunimuseo.it .

Santa maria di Agnano - area di scavo 2015_3-2La relazione e la campagna di scavo (La frequentazione neolitica esterna e le testimonianze rituali ellenistiche) portano la firma di Donato Coppola, Nicola De Pinto, Michele Pellegrino, Henry Baills, Martine Dewailly, Jacopo Russo et Jessica Bartolomeo. Le indagini archeologiche del 2015 a Santa Maria di Agnano ad Ostuni hanno interessato l’ampliamento delle aree di scavo già esplorate nel 2011.

Santa Maria di Agnano - area di scavo 2015_4-2L’attività si può riassumere così: l’estensione dello scavo del muro di recinzione e l’esplorazione dei livelli olocenici e pleistocenici sottostanti la parete rocciosa del riparo;  settori identificati come “scavo esterno”, riferibile alle stratificazioni paleo-epipaleolitiche; le aree pertinenti alla terrazza inferiore dove sono attestati strati d’epoca ellenistica.

Santa Maria di Agnano - area di scavo 2015-2I rinvenimenti, dice un comunicato del museo e del Comune di Ostuni, sono stati di eccezionale interesse e permetteranno, con la prosecuzione delle ricerche nel 2016, di indagare livelli d’età mesolitica (IX-VIII millennio a.C.) e l’area di un probabile tempio messapico (IV-III sec.a.C.) con testimonianze monumentali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Bandiera Blu 2021: ecco le migliori spiagge nel Brindisino

Alimentazione

I motivi per cui il peso varia da un giorno all'altro

Attualità

Il razzo spaziale cinese cade vicino alle Maldive: Puglia "risparmiata"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Economia

    Mama Park e GolosOasi: la famiglia Dellomonaco vi aspetta

  • social

    Mesagne, “Il forno di Erasmo” sulla guida Gambero Rosso

  • social

    Bandiera Blu 2021: ecco le migliori spiagge nel Brindisino

Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento