menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il velivolo B747 sulla pista del Pierozzi

Il velivolo B747 sulla pista del Pierozzi

Pronto il nuovo invio di aiuti alle Filippine

BRINDISI – Sono cominciate questo pomeriggio, presso il distaccamento aeroportuale “O. Pierozzi” di Brindisi, le operazioni di carico di un velivolo B747 che decollerà la notte alla volta dell’isola di Cebu, nelle Filippine, per prestare soccorso alla popolazione colpita dal supertifone Hayran.

BRINDISI - Sono cominciate questo pomeriggio, presso il distaccamento aeroportuale "O. Pierozzi" di Brindisi, le operazioni di carico di un velivolo B747 che decollerà la notte alla volta dell'isola di Cebu, nelle Filippine, per prestare soccorso alla popolazione colpita dal supertifone Hayran. Si tratta del terzo volo organizzato dal network Unhrd (Pronto intervento umanitario delle Nazioni Unite) per conto della Cooperazione italiana allo sviluppo del ministero degli Affari esteri, dopo quelli partiti dalla Base Unhrd di Dubai.

Il velivolo trasporta oltre 100 tonnellate di beni di prima necessità. Il personale della base brindisina al comando del colonnello pilota Andrea Aiello sta fornendo un contributo preziosissimo nella logistica e nella movimentazione dei carichi che si sono accumulati sulla pista del distaccamento. Negli stock della Cooperazione, a bordo dell'aereo, ci sono medicinali, depuratori per l'acqua, generatori elettrici, cucine da campo, tende e altro materiale, per un totale di circa 30 tonnellate."La direzione generale della Cooperazione è intervenuta in modo tempestivo e rilevante.

Altri interventi e altri voli seguiranno quelli già effettuati dalle basi Unhrd di Dubai e Brindisi", ha sottolineato Mario Baldi, capo Ufficio emergenze della direzione generale della Cooperazione, giunto oggi a Brindisi per assistere alle operazioni di carico.

Anche la Ong italiana InterSos sta inviando aiuti a bordo del B747 mentre l'Oms (Organizzazione mondiale della sanità) partecipa al volo con uno stock di medicinali per complessive 12,5 tonnellate. Si tratta di uno sforzo congiunto che vede il Ministero degli Esteri, la società civile e le agenzie umanitarie affrontare insieme la sfida di un intervento rapido e coordinato che ha nel network Unhrd uno dei suoi punti di forza.

"In questa gravissima emergenza, il network di basi di pronto intervento umanitario, di cui Brindisi è capofila, si conferma essere uno strumento indispensabile per l'invio immediato di aiuti da parte della comunità umanitaria", ha ricordato Stefano Peveri che dirige, per conto del Wfp (World food programme), la base Unhrd di Brindisi. Anche Irish Aid e l'Ufficio per il coordinamento degli affari umanitari (Ocha) stanno inviando propri stock a bordo dell'aeromobile il cui decollo è previsto questa notte alle 3 e 40.

Nel frattempo, prosegue l'impegno del Wfp che prevede di assistere, nei prossimi sei mesi 2,5 milioni di filippini colpiti dal violento tifone mentre si conclude oggi la visita del direttore esecutivo del Wfp, Ertharin Cousin, nei luoghi del disastro. All'operazione di emergenza del Wfp, la Cooperazione italiana allo sviluppo ha contribuito con una donazione di 300 mila euro.

 

 

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento