rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca Cellino San Marco

Protezione civile: poste le basi per il primo centro operativo intercomunale

I Comuni di Cellino, San Pietro, San Donaci e Torchiarolo pronti a costituire il primo Coi della Puglia. Oggi pomeriggio si è svolto un incontro con le massime autorità locali

CELLINO SAN MARCO - Il centro operativo intercomunale (Coi) di Protezione civile dei comuni di Cellino San Marco, San Donaci, San Pietro Vernotico e Torchiarlo, il primo in tutta la Puglia, potrebbe presto diventare una realtà. E’ quanto emerso da un importante incontro che si è svolto oggi pomeriggio (19 aprile), alle ore 17, presso il la sede del servizio di Protezione civile di Cellino San Marco diretto. Hanno partecipato all’incontro il prefetto di Brindisi, Valerio Valenti, il questore Maurizio Masciopinto, i comandanti provinciali dell’Arma dei carabinieri, Guardia di Finanza e vigili del fuoco (colonnello Giuseppe De Magistris, colonnello Pierpaolo Manno e l’ingegnere Antonio Panaro). 

In questo modo si è dato corso alla presentazione della proposta per la definizione di una convenzione per la costituzione di un Coi, sulla base di quanto previsto da un progetto redatto dal responsabile del servizio di Protezione civile comunale di Cellino San Marco, Franco Menga, dal sottotenente Cosimo Blasi, coordinatore del gruppo comunale, e dall’avvocato Gabriele Grassi, comandante della polizia municipale di Cellino- 

Le autorità locali dei Comuni di, San Donaci, rappresentata dal Vice Sindaco Maria Angela Presta, San Pietro Vernotico, con il Commissario Straordinario Dott.ssa Maria Antonietta Olivieri, Torchiarolo con Il Dott. Lorenzo Renna e il Sindaco di Cellino San Marco Dott. Salvatore De Luca che ha invitato gli altri colleghi dei Comuni vicinori a costituire il Coi, hanno convenuto di procedere alla sottoscrizione di tale importante Convenzione.

DSC_2542-2

La Regione Puglia Sezione Protezione Civile con il Dott. Francesco Ronco ha relazionato in merito alla premialità di finanziamento, con i Fondi Sie del Por Puglia 2014-2020, che le quattro Civiche Amministrazione potranno ottenere definendo il percorso istitutivo del Coi
Il prefetto ha affermato che tale iniziativa oltre ad essere lodevole, merita il massimo dell’attenzione, soprattutto perché intrapresa nella provincia di Brindisi così definita “la Cenerentola della Puglia” e da quattro comuni di ridotte dimensioni, auspicando che tale percorso possa essere sperimentale e da esempio per altre realtà.

Tutte le autorità presenti hanno rimarcato che i servizi pubblici locali, indispensabili e fondamentali in materia di Protezione Civile, con amministrazione concertata, attraverso l’istituto della convenzione, contribuiranno all’affermazione del percorso istitutivo del Coi ed a rispondere anche ad una importante esigenza peculiare di Enti che come i quattro Comuni hanno dimensioni molto ridotte: quella cioè di individuare ambiti di gestione che assicurino l’economicità, l’efficienza e l’efficacia della loro azione amministrativa. A conclusione dell’incontro è emerso di dare corso alla possibilità di stipulare apposita convenzione al fine di svolgere in modo coordinato funzioni e servizi determinati.

Le Autorità Locali di Protezione Civile, seguendo le indicazione del prefetto e delle massime autorità provinciali, militari e civili, hanno assunto impegno a definire gli atti consequenziali nel più breve tempo possibile, coordinati dal sindaco di Cellino San Marco che in qualità di Comune Capofila, metterà a disposizione del costituendo Coi., i locali, le attrezzature, gli arredi e i servizi accessori. Finalmente un esempio concreto di amministrazione concertata in materia di Protezione Civile, cioè fondata sull’accordo più soggetti pubblici posti su un piano di parità e quindi equi ordinati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Protezione civile: poste le basi per il primo centro operativo intercomunale

BrindisiReport è in caricamento