menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il centro commerciale Le Colonne di Brindisi

Il centro commerciale Le Colonne di Brindisi

Pugno alla commessa e fuga, ma presi

BRINDISI – Rubano una felpa, strattonano la dipendente che accortasi del furto tenta di fermarli e poi fuggono a bordo di una vettura ma vengono rintracciati poco dopo e arrestati. In manette con l'accusa di rapina impropria in concorso la 36enne brindisina Cosima De Leo e il 40enne Michele Sciarra. L'episodio si è verificato nel pomeriggio di ieri nel negozio di abbigliamento sportivo “Champion” presente nella galleria “Le Colonne” del centro commerciale Mongolfiera di Brindisi.

BRINDISI - Rubano una felpa, strattonano la dipendente che accortasi del furto tenta di fermarli e poi fuggono a bordo di una vettura ma vengono rintracciati poco dopo e arrestati. In manette con l'accusa di rapina impropria in concorso la 36enne brindisina Cosima De Leo e il 40enne Michele Sciarra. L'episodio si è verificato nel pomeriggio di ieri nel negozio di abbigliamento sportivo "Champion" presente nella galleria "Le Colonne" del centro commerciale Mongolfiera di Brindisi.

Importante ai fini dell'identificazione dei due presunti rapinatori è stata la prontezza di intervento da parte di una guardia giurata in servizio nel centro commerciale e della stessa dipendente del negozio dove è stato perpetrato il furto che hanno preso il numero di targa della vettura su cui si sono allontanati i due malfattori e comunicato la stessa tempestivamente al 112.

Una pattuglia del Nucleo operativo radiomobile della compagnia di Brindisi, al comando del tenente Alberto Canevaghi, infatti, non appena ricevuta la segnalazione si è precipitata all'indirizzo dell'uomo a cui era intestata la vettura con cui erano fuggiti i due ladrui. In quell'abitazione c'erano Cosima De Leo e Michele Sciarra (riconosciuti anche dalla vittima) e la felpa rubata poco prima.

Su disposizione del pubblico ministero di turno i due sono stati assegnati agli arresti domiciliari mentre la felpa è stata restituita alla commessa del negozio da cui era stata rubata. La dipendente del negozio "Champion" quando ha cercato di fermare i due malfattori, in cambio ha ricevuto un pugno in faccia ma questo non le ha impedito di chiedere aiuto al vigilante in servizio nei corridoi della galleria "Le Colonne".

Grazie al suo coraggio la coppia di taccheggiatori è stata individuata nel tempo necessario utile per accertare la flagranza del reato. La donna non ha riportato ferite gravi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento