rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Cronaca Ostuni

Colpito al volto davanti a un bar: muore dopo cinque mesi di agonia

Presso l'ospedale Caldarelli di Napoli è deceduto il 75enne Giuseppe Zizzi, originario di Ostuni ma residente da tempo in Campania. Un 18enne fu arrestato per la violenta aggressione, di cui tuttora non si conoscono i motivi

NAPOLI – Giuseppe Zizzi non ce l’ha fatta. Il 76enne originario di Ostuni ma residente da tempo a Napoli è morto ieri (venerdì 30 giugno) a causa delle ferite riportate a seguito di una violenta aggressione avvenuta lo scorso 20 gennaio, quando fu colpito con un pugno in pieno volto davanti a un bar di Pianura.

Zizzi riportò lesioni multiple al cervello. Sottoposto a intervento chirurgico, è stato ricoverato in prognosi riservata presso l’ospedale Caldarelli. Inizialmente nel reparto di Terapia intensiva. Poi in Neurochirurgia. Il Pm del tribunale di Napoli ha sequestrato la salma e ne ha disposto il trasferimento nel II Policlinico, dove sarà effettuata l'autopsia. 

L’unico indagato è un 18enne incensurato del posto che all’epoca dei fatti fu condotto in carcere con l’accusa di tentato omicidio: reato che sarà certamente riqualificato. Il giovane fu individuato nel giro di poche ore dai carabinieri del Nucleo operativo di Bagnoli e dai colleghi della stazione di Pianura. Da quanto ricostruito, il 18enne si sarebbe avvicinato all’ingresso del bar, in via Comunale Napoli 120, e senza preavviso avrebbe sferrato un violento pugno al volto del 75enne, che cadde a terra, battendo con violenza la testa. I motivi dell'aggressione non sono stati ancora chiariti. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colpito al volto davanti a un bar: muore dopo cinque mesi di agonia

BrindisiReport è in caricamento