Cronaca

Quando un farmaco non cura: una storia istruttiva

Un farmaco generico dato incautamente al posto di quello prescritto dal medico ha rischiato di far perdere un occhio a un’anziana donna operata di cataratta

BRINDISI – Un farmaco generico dato incautamente al posto di quello prescritto dal medico ha rischiato di far perdere un occhio a un’anziana donna operata di cataratta. I parenti, turbati per l’accaduto, invitano alla prudenza chiedendo più attenzione sia da parte dei farmacisti che da parte degli stessi pazienti. Lo spiacevole episodio che avrebbe potuto avere conseguenze più gravi è accaduto nei giorni scorsi a Brindisi.

“Mia madre è stata operata di cataratta – racconta il figlio – l'oculista ha prescritto farmaci specifici ma in Farmacia gliene hanno dato uno "equivalente". Successivamente ha avuto fastidi e l’abbiamo portata al Pronto soccorso scoprendo che c’era un’infezione in corso. I medici hanno spiegato che la causa era dovuta proprio al medicinale diverso da quello prescritto, il generico appunto che era senza cortisone e senza antibiotico”.

L’anziana donna è stata ricoverata e sottoposta a infiltrazioni di cortisone e tutto si è risolto per il meglio. “Ma avrebbe potuto perdere l’occhio – conclude il figlio – sono andato in farmacia per spiegare quello che era accaduto e la risposta è stata che si è trattato di un errore umano. Penso che quando si tratta di salute gli errori umani andrebbero evitati e si dovrebbe prestare più attenzione, anche i pazienti stessi dovrebbero informarsi meglio prima di assumere farmaci generici. Può accadere, come nel nostro caso, che non sono adatti al tipo di patologia”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quando un farmaco non cura: una storia istruttiva

BrindisiReport è in caricamento