Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

In quarantena va a fare la spesa, cittadini chiamano i vigili: multata

Individuata attraverso le telecamere del supermercato che hanno immortalato anche la sua auto

CELLINO SAN MARCO - In quarantena perché contatto “stretto” con un positivo al covid-19 va a fare la spesa al supermercato. Alcuni cittadini informano gli agenti della Polizia locale che nel giro di poche ore riescono a individuare e rintracciare la protagonista di questa vicenda che ha solo dell’assurdo. Per lei è scattata una sanzione di 400 euro per aver violato le norme anti contagio.

E’ accaduto a Cellino San Marco dove il numero dei positivi è aumentato nel giro di pochi giorni (sono oltre 50) e al momento ci sono 120 persone in quaranta fiduciaria. Troppe per un paese di poco più di 6mila abitanti. 

Gli agenti della Polizia locale, diretta dal tenente Luana Casali, da quando è scattata la zona rossa e a Cellino la situazione epidemiologica è precipitata, hanno intensificato i controlli in bar, supermercati, mercati e luoghi pubblici.

I controlli riguardano il rispetto delle disposizioni del Dpcm per la zona rossa. Certamente non ci si aspetta che chi è in quarantena esce da casa per andare a fare la spesa. Specie perché a Cellino San Marco la Protezione civile comunale provvede a tutte le esigenze di chi non può spostarsi da casa: spesa, acquisto di medicinali e altro. 

La donna in questione, un’anziana, si è recata in un supermercato del posto. Qualcuno, sapendo che era in quarantena, non ha esitato a contattare gli agenti della Polizia locale. Attraverso le telecamere interne ed esterne di cui è dotato il supermercato gli agenti sono riusciti a risalire all’identità della donna, grazie anche alla targa della sua auto. Il suo nome compare nell’elenco dei soggetti in quaranta, così è scattato il verbale. 

La comandante Casalini rivolge un appello ai cittadini “Stiamo attraversando un periodo molto critico e comportamenti di questo genere non possono essere tollerati. Chi è in quarantena deve restare a casa per non mettere a rischio la salute degli altri cittadini. Invito tutti a segnalare comportamenti di questo genere e di aiutarci a tenere sotto controllo la situazione. Per il bene di tutti”. Al momento sono giunte altre segnalazioni di casi simili su cui il comando sta lavorando per individuare i trasgressori della quarantena. 

Le Misure da osservare in quarantena

La Asl nel provvedimento di quarantena fiduciaria che recapita ai soggetti che sono considerati "contatti stretti" con i positivi, elenca anche le misure da osservare. 

Restare al proprio domicilio o residenza con divieto di effettuare spostamenti e viaggi. Rimanere raggiungibile telefonicamente per le attività di sorveglianza. Anche nell’ambito del nucleo convivente limitare al minimo i contatti con il soggetto quarantenato in particolar modo con bambini, anziani o persone con problemi di salute. Evitare abbracci e strette di mano. Le visite di persone che non convivono con il soggetto quarantenato non sono consentite.

Eseguire frequentemente l'igiene delle mani utilizzando soluzioni idroalcoliche, soprattutto in occasione di eventuali contatti con altre persone presenti nel domicilio o residenza. Indossare una mascherina facciale (modello chirurgico) se si viene a contatto con gli altri membri della casa e mantenere, in ogni caso, una distanza interpersonale di almeno un metro. L'igiene respiratoria deve essere praticata da tutti in ogni momento. Con il termine “igiene respiratoria” ci si riferisce alla copertura della bocca e del naso durante la tosse o lo starnuto con fazzoletti o usando l’incavo del gomito flesso, seguite dal lavaggio delle mani. Evitare il contatto diretto con i fluidi corporei, in particolare le secrezioni orali o respiratorie e le feci. Non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani. Pulire e disinfettare le superfici del bagno e dei servizi igienici almeno una volta al giorno con un normale disinfettante domestico contenente una soluzione di candeggina diluita (1 parte di candeggina e 99 parti di acqua).

Pulire vestiti, lenzuola, asciugamani e teli da bagno, ecc. di persone in isolamento usando un normale sapone da bucato e acqua o lavaggio in lavatrice a 60–90 ° C con un comune detergente domestico e asciugare accuratamente.  Evitare l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri e stoviglie. Si consiglia di non consumare i pasti insieme ai conviventi. Misurare la temperatura corporea due volte al giorno (la mattina e la sera).

In caso di comparsa di sintomi: a. avvertire immediatamente il medico di medicina generale o il pediatra di libera scelta; in caso di impossibilità contattare altro personale medico della sua Asl o il servizio 118; indossare una mascherina chirurgica e allontanarsi dagli altri conviventi; rimanere nella propria stanza con la porta chiusa garantendo un'adeguata ventilazione naturale, in attesa del trasferimento in ospedale, ove necessario.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In quarantena va a fare la spesa, cittadini chiamano i vigili: multata

BrindisiReport è in caricamento