menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Quasi 300 chili di marijuana nascosti nei tubolari di un gommone: arresto e sequestro

Marijuana per un valore di quasi tre milioni. Nei guai un 26enne di San Vito dei Normanni

BRINDISI - Marijuana per un valore di quasi tre milioni di euro nascosta all’interno di un doppio fondo ricavato nei tubolari di un gommone. E’ questa la scoperta fatta dai militari del Reparto operativo aeronavale della Guardia di Finanza di Bari durante un servizio di controllo nelle acque brindisine. Un 26enne di San Vito dei Normanni, L.D. è stato arrestato.

L’operazione aeronavale è stata portata a termine durante l’attività di pattugliamento per il contrasto ai traffici illeciti via mare diretti verso la Puglia, a protezione delle frontiere dell’Unione europea.

E’ stata svolta nel basso Adriatico, con il supporto dei mezzi aeronavali impegnati nell’operazione “Themis 2018” dell’Agenzia Frontex coordinata, a livello nazionale, dall’lnternational Coordination Centre (Icc), istituito presso il Comando operativo aeronavale Guardia di Finanza di Pratica di mare (Rm) e in Puglia, dal Gruppo aeronavale della Guardia di Finanza di Taranto.

sequestro marijuana brindisi1-2

Nel tardo pomeriggio di ieri, domenica 15 luglio, le vedette velocissime del Reparto operativo aeronavale della Guardia di Finanza di Bari hanno sottoposto a controllo un gommone sospetto, apparentemente adibito al diporto, che proveniente dalle acque internazionali dirigeva  verso le coste brindisine.

Un semplice controllo di routine: i finanzieri si sono accorti di un’anomala rigidità dei tubolari, per cui hanno proceduto ad una meticolosa ispezione del natante, durante la quale i militari  hanno scoperto un doppio fondo, ricavato tra lo scafo e la parte pneumatica. A conclusione delle operazioni sono stati trovati ben 239 involucri contenti marijuana pari a 262 chili per un valore al mercato illegale di circa tre milioni di euro.

Il video del recupero dei panetti

Il gommone utilizzato per l’illecito traffico, è stato sequestrato e condotto agli ormeggi della Sezione operativa navale Guardia di Finanza di Brindisi. Il conducente del mezzo ha tentato di confondersi con i numerosi diportisti che affollano le coste pugliesi nel periodo estivo, ma è stato scoperto nel giro di pochi minuti e arrestato per detenzione e traffico internazionale di stupefacenti.  

Dall’inizio dell’anno 2018, sono state sequestrate 10 imbarcazioni, quasi 14 tonnellate di marijuana e 29 sono gli scafisti arrestati dalla Guardia di Finanza in Puglia, frutto della perfetta sinergia tra la componente aeronavale del Corpo ed i Reparti territoriali delle Fiamme Gialle pugliesi, che sta consentendo, grazie ai proficui rapporti di collaborazione esistenti con le varie Procure della Repubblica, di contrastare efficacemente i sodalizi criminali che gestiscono i traffici illeciti via mare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento