rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca

Afghani nascosti nel container al porto. Li scopre la polizia di frontiera

BRINDISI – Saranno rispediti indietro quattro immigrati di nazionalità afghana ritrovati intorno alle 15 del pomeriggio in un container parcheggiato nell'area interportuale dagli agenti della polizia di frontiera di Brindisi, condotti dal vice questore aggiunto Salvatore de Paolis. Il container era giunto a Brindisi con una nave traghetto proveniente dalla Grecia e con un carico di prodotti per l'igiene personale. Il mezzo era diretto a Milano e doveva essere proseguire il viaggio a bordo di un treno merci.

BRINDISI - Saranno rispediti indietro quattro immigrati di nazionalità afghana ritrovati intorno alle 15 del pomeriggio in un container parcheggiato nell'area interportuale dagli agenti della polizia di frontiera di Brindisi, condotti dal vice questore aggiunto Salvatore de Paolis. Il container era giunto a Brindisi con una nave traghetto proveniente dalla Grecia e con un carico di prodotti per l'igiene personale. Il mezzo era diretto a Milano e doveva essere proseguire il viaggio a bordo di un treno merci.

I quattro erano particolarmente provati per le pessime condizioni in cui avevano viaggiato, per questo sono stati trasferiti nell'ospedale Perrino di Brindisi. Le loro condizioni non erano tuttavia preoccupanti. Una volta visitati e accertato il loro stato di salute, sono stati dimessi e riportati negli uffici di polizia di frontiera, da cui saranno respinti a breve.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Afghani nascosti nel container al porto. Li scopre la polizia di frontiera

BrindisiReport è in caricamento