rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca

Quattro attentati in tre giorni: arrivano rinforzi da Bari

BRINDISI – Quattro episodi criminali in tre giorni, tutti nella provincia di Brindisi, hanno messo in apprensione anche le forze dell’ordine che, nei prossimi giorni, saranno affiancate da un nucleo aggiuntivo proveniente dal reparto anticrimine di Bari. Martedì gi ultimi due: nel tardo pomeriggio l’auto un agricoltore di San Pietro Vernotico è stata raggiunta da sette colpi di pistola, poche ore dopo a Brindisi contro la saracinesca di un barbiere del quartiere Paradiso ne venivano esplosi altri due.

BRINDISI - Quattro episodi criminali in tre giorni, tutti nella provincia di Brindisi, hanno messo in apprensione anche le forze dell'ordine che, nei prossimi giorni, saranno affiancate da un nucleo aggiuntivo proveniente dal reparto anticrimine di Bari. Martedì gi ultimi due: nel tardo pomeriggio l'auto un agricoltore di San Pietro Vernotico è stata raggiunta da sette colpi di pistola, poche ore dopo a Brindisi contro la saracinesca di un barbiere del quartiere Paradiso ne venivano esplosi altri due.

Agli episodi di ieri si aggiungono quelli di domenica e lunedì: nel primo una famiglia di Fasano è stata sequestrata e rapinata (il bottino è di almeno 60 mila euro) da un commando di quattro uomini dallo spiccato accento barese; nel secondo ad un imprenditore di Brindisi, Giancarlo Facecchia, che opera nel settore delle pulizie, è stato recapitato un pacco bomba con polvere pirica che non è esploso solo per i sospetti che alcuni fili hanno generato nella vittima. Quattro gravi episodi criminali negli ultimi tre giorni, tutti nella provincia di Brindisi che hanno messo in allarme anche gli investigatori: le indagini dei carabinieri sono ancora in corso per tutti gli episodi ma, nel frattempo, questa mattina il prefetto di Brindisi Domenico Cuttaia, ha convocato le forze di polizia per coordinare interventi decisi e controlli più serrati.

"Sono state adottate particolari misure di controllo del territorio in tutte le aree ritenute più a rischio - ha fatto sapere il prefetto Domenico Cuttaia che ieri ha convocato le forze di polizia - in aggiunta ai servizi di vigilanza e controllo del territorio immediatamente disposti e che vedono operare nel fasanese e nella zona costiera a nord di Brindisi, ulteriori operatori specializzati della polizia e dei carabinieri, messi a disposizione dal Reparto di prevenzione crimine e dalla compagnia di intervento operativo di Bari, sarà sviluppato un impegno sinergico e coordinato tra le forze di polizia operanti nelle provincia di Brindisi e Bari".

Per venerdì invece, è già stata fissata una riunione interprovinciale di tutte le forze dell'ordine. Medesimo impegno, hanno fatto sapere dalla questura di Brindisi, sarà rivolto anche dai poliziotti già impegnati nel controllo del territorio; un impegno che il questore Vincenzo Carella aveva già manifestato nell'ultima riunione, dello scorso 10 marzo, del comitato per l'ordine e la sicurezza.

In quel'occasione il questore, proprio per la zona dell'agro di Fasano, aveva deciso di convocare riunioni tecniche di coordinamento per la pianificazione operativa dei servizi - quasi una prima pianificazione da attuarsi nella stagione estiva - alla luce anche dei positivi risultati conseguiti dagli analoghi servizi disposti lo scorso anno nel territorio della Valle d'Itria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quattro attentati in tre giorni: arrivano rinforzi da Bari

BrindisiReport è in caricamento