Cronaca Carovigno

Quattro minori in coma etilico dopo festa sulla spiaggia: la più grande ha 16 anni

Hanno esagerato con l'alcool nel corso di una nottata trascorsa sulla spiaggia libera di Specchiolla, marina di Carovigno, in compagnia di amici. Quattro minorenni di San Vito dei Normanni sono state ricoverate la scorsa notte in coma etilico presso l'ospedale Perrino di Brindisi. La più grande ha 16 anni.

CAROVIGNO – Hanno esagerato con l’alcool nel corso di una nottata trascorsa sulla spiaggia libera di Specchiolla, marina di Carovigno, in compagnia di amici. Quattro minorenni di San Vito dei Normanni sono state ricoverate la scorsa notte in coma etilico presso l’ospedale Perrino di Brindisi. La più grande ha 16 anni, la più piccola compirà 15 anni a gennaio prossimo. 

Non si sa se insieme a loro ci fossero anche dei maggiorenni. Di certo facevano parte di una nutrita comitiva. Avevano deciso sistemarsi sulla sabbia, forse intorno a un falò. E fra una drink e l’altro, nel cuore della notte, hanno cominciato a sentirsi male. Erano semisvenute, non rispondevano alle domande degli amici. Presi dal panico, questi hanno subito chiesto l’intervento del 118.

Giunti sul posto a bordo di varie ambulanze, i paramedici hanno prestato sul posto le prime cure, per poi condurre le ragazzine verso il Pronto soccorso del nosocomio brindisino. Dall’ospedale sono partite le telefonate ai genitori, che con il cuore in gola hanno raggiunto immediatamente le rispettive figlie.

Sull’accaduto indagano i carabinieri della compagnia di San Vito dei Normanni. I militari ascolteranno in queste ore alcuni ragazzi che si trovavano insieme alle minorenni, per appurare con esattezza come sono andate le cose e valutare la sussistenza di eventuali responsabilità. 

Aggiornamento - Una delle quattro e' stata poi ricoverata nell'ospedale Perrino di Brindisi per intossicazione da alcool. Le altre dimesse dopo essere state sottoposte ad adeguati trattamenti.

Aggiornamento ore 17 – Anche la ragazzina ricoverata è stata dimessa nel pomeriggio con un giorno di prognosi. Tutte e quattro le minorenni dunque sono rientrate a casa. Da quanto appurato dai carabinieri della compagnia di San Vito dei Normanni al comando del capitano Diego Ruocco, queste si trovavano insieme ad altri giovani sulla spiaggia grande di Specchiolla.

Intorno alla mezzanotte, un bagnino ha notato alcuni ragazzi che si sentivano poco bene e ha subito chiamato i soccorritori attraverso il 118. Dagli accertamenti effettuati presso l’ospedale Perrino, è emersa una massiccia assunzione di sostanze alcoliche. I genitori delle adolescenti non hanno sporto denuncia. I militari, dopo aver appurato la dinamica dei fatti, hanno ritenuto che non fosse il caso di procedere penalmente nei confronti di alcuno. 

Gli uomini della compagnia di San Vito sono impegnati da settimane in un sevizio finalizzato a prevenire l’abuso di alcool presso le località marine di Torre Santa Sabina e Specchiolla. L’area, soprattutto nelle ore notturne, viene pattugliata costantemente dagli equipaggi delle stazioni mobili e da carabinieri a piedi, con frequente ricorso all’alcool test. Per quanto riguarda i territori in questione, quelli della scorsa notte sono stati i primi casi di coma etilico con minorenni coinvolti. Fra gli adulti, invece, si sono registrati diversi episodi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quattro minori in coma etilico dopo festa sulla spiaggia: la più grande ha 16 anni

BrindisiReport è in caricamento