menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Truffa al mobilificio, scoperti quattro soggetti di Tuturano

Con documenti falsi avevano ottenuto anche il finanziamento degli acquisti presso un centro di arredamenti di Francavilla Fontana

TUTURANO – Come ti bidono il mobilificio e la società finanziaria in un colpo solo, ma poi vengo scoperto. Non è andata del tutto a buon fine per quattro soggetti di Tuturano – alcuni già conosciuti dalla giustizia e dalle forze di polizia – l’operazione condotta ai danni di un grande centro di arredamento di Francavilla Fontana, e della finanziaria utilizzata dal negozio per la rateizzazione degli acquisti. Alla fine i carabinieri della stazione di Francavilla Fontana hanno ricostruito l’intera filiera della truffa, risalendo agli autori e recuperando parte della merce.

FOTO DENUNCIA PER TRUFFA FRANCAVILLA FONTANA 1-2 FOTO DENUNCIA PER TRUFFA FRANCAVILLA FONTANA 3-2

I quattro sono stati denunciati a piede libero per truffa in concorso ed altro, al termine di una indagine che ha portato i militari a perquisire le abitazioni con annesse pertinenze dei quattro individui, dove sono stati poi trovati mobili e altro. La truffa si era sviluppata in vari momenti, tra il febbraio del 2018 e il gennaio del 2019. Gli autori della truffa avevano effettuato infatti acquisti a più riprese. Una cameretta per bambini completa, altri elementi di arredo, elettrodomestici come un forno elettrico multifunzione, un piano cottura ed altro. Tutto con richiesta di finanziamento alla società di credito convenzionata con il mobilificio che si trova nella zona industriale di Francavilla Fontana.

FOTO DENUNCIA PER TRUFFA FRANCAVILLA FONTANA 4-2

Ovviamente i truffatori, per le pratiche, non hanno utilizzato le loro vere identità e documentazione comprovante i redditi a loro riconducibile. Si sono serviti invece di documenti di identità falsificati, e di buste paga emesse da una azienda che opera nella zona industriale di Modugno che, hanno accertato i carabinieri, non ha mai avuto i truffatori alle proprie dipendenze. Ma a meno che gli autori non siano dei veri professionisti del ramo, ogni truffa presenta una falla, un punto debole, e lì i carabinieri si sono fatti strada. La roba recuperata era già stata installata nella cucina e una camera da letto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento