Cronaca

Quattro ragazzi rischiano annegamento: recuperati, uno in arresto cardiaco

Un ragazzo brindisino di 15 anni, A.V., è stato trasportato in arresto cardiaco da annegamento all'ospedale Antonio Perrino di Brindisi, altri tre suoi compagni, tra i quali due fratelli, pare anch'essi minorenni, sono sottoposti a terapie sul posto da due equipe del 118. Erano tutti e quattro in balia della forte risacca e delle onde del mare agitato da un forte vento di maestrale, a circa 150 metri dalla spiaggia dell'ex Lido Poste dove stavano facendo il bagno malgrado le condizioni proibitive

BRINDISI - Un ragazzo brindisino di 15 anni, A. V., è stato trasportato in arresto cardiaco da annegamento all'ospedale Antonio Perrino di Brindisi, altri tre suoi compagni, tra i quali due fratelli, pare anch'essi minorenni, sono sottoposti a terapie sul posto da due equipe del 118. Erano tutti e quattro in balia della forte risacca e delle onde del mare agitato da un forte vento di maestrale, a circa 150 metri dalla spiaggia dell'ex Lido Poste dove stavano facendo il bagno malgrado le condizioni proibitive. Solo che a Brindisi le spiagge libere sono prive del servizio di salvataggio e nessuno alza bandiere rosse, segnala con boe il limite massimo per allontanarsi dalla battigia.

annegamenti lido poste 4-2Si sono mobilitati i bagnini degli stabilimenti balneari attigui, Lido Risorgimento e Granchio Rosso, assieme ad alcuni bagnanti più espeti nel nuoto, e sono riusciti a recuperare i quattro ragazzi e a riportarli a riva. Le condizioni del 15enne sono apparse subito molto gravi e una delle ambulanze intervenute sul posto lo ha trasportato in ospedale per un tentativo di rianimazione disperato. Sul posto si sono recate sqiadre di vigili del fuoco con il Nucleo sommozzatori e la Guardia costiera. Anche uno dei bagnanti andatoi in soccorso dei ragazzi è stato portato al pronto soccorso per una ferita alla testa.

Si tratta di uno dei militari della Brigata Marina San Marco che erano in spiaggia con la famiglia, andati in soccorso assieme ai bagnini dei due stabilimenti balneari, con due pattini a remi. Uno di questi è stato ribaltato dalle onde e in questa circostanza il marò ha riportato una ferita al capo. I bagnini hanno raccontato che uno dei quattro ragazzi galleggiava già con la faccia immersa, esanime. Il team di rianimazione del Perrino sta tentando in questi minuti di strappare alla morte il giovanissimo paziente. Si attendono conferme ufficiali sull'esito di questo trattamento che va avanti da molti minuti.

Il quindicenne strappato alla morte - il quindicenne brindisino A.V. ha risposto alle terapie ed ha ripreso conoscenza. E' stato trasferito nel reparto di rianimazione dell'ospedale Antonio Perrino ed è stato sottoposto a Tac per stabilire se la prolungata assenza di ossigeno  abbia provocato danni cerebrali. (Aggiornamento dell 14.50)

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quattro ragazzi rischiano annegamento: recuperati, uno in arresto cardiaco

BrindisiReport è in caricamento