rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Cronaca Ceglie Messapica

Quella coca aveva fatto solo un "passaggio"

CEGLIE MESSAPICA – Due dei panetti di cocaina sequestrati dai carabinieri ieri sera al 30enne cegliese Maurizio Maggiore arrestato nella stessa circostanza per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, presentavano due squarci appena sotto la pellicola protettiva.

CEGLIE MESSAPICA – Due dei panetti di cocaina, ognuno del peso di un chilo, sequestrati (insieme ad altri 700 grammi) dai carabinieri ieri sera al 30enne cegliese Maurizio Maggiore arrestato nella stessa circostanza per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, presentavano due squarci appena sotto la pellicola protettiva. Segno, questo, secondo gli investigatori, che quella cocaina è arrivata a Maggiore direttamente da narcotrafficanti internazionali.

Non sarebbe passata da altre mani, quella droga. Maggiore la stava suddividendo in dosi. Un passaggio, quello di tagliare la confezione dei panetti, che indicherebbe il controllo del carico dal venditore al primo acquirente. All’insospettabile di Ceglie Messapica, o ad un altro membro dell’organizzazione di cui si sospetta faccia parte, la cocaina sarebbe arrivata così come era stata trasportata dal Sud America all’organizzazione criminosa ricevente, che non l’ha manipolata.

È questo uno degli aspetti su cui punteranno l'attenzione gli uomini del tenente Roberto Rampino, nuovo comandante del Norm di Francavilla Fontana, autori dell'arresto del cegliese, incensurato e insospettabile, per fare chiarezza sulla vicenda. Ma naturalmente queste sono solo le prime ipotesi, basate sui primissimi indizi raccolti.

Maggiore è stato colto in flagranza di reato, la droga era nascosta in una casa disabitata situata nelle vicinanze della chiesa di San Rocco, i carabinieri hanno trovato anche 250 euro in contanti. Le indagini per ricostruire eventuali giri che gravitano intorno a questo rinvenimento sono appena state avviate. Certo è che risulta difficile pensare che Maurizio Maggiore sia l'unica persona coinvolta in questo giro di spaccio.

Troppo grosso il quantitativo di coca per essere gestito senza l'aiuto di altri complici, troppo rischioso. Ceduti sul mercato del traffico illecito di sostanza stupefacenti quei due chili e settecento grammi di cocaina sequestrati al 30enne cegliese avrebbero fruttato almeno 270mila euro.

Il giovane, inoltre, è disoccupato. Saltuariamente lavora presso un'agenzia funebre del posto, ma da quanto precisa il titolare “tre massimo quattro volte al mese”. Secondo le necessità. “Questo fatto ci ha lasciato senza parole, non avremmo mai immaginato che Maurizio fosse coinvolto in storie di questo genere, certo è che noi siamo completamente all'oscuro di tutto”, tiene a precisare l’imprenditore, raggiunto telefonicamente.

Non si esclude che il compito del trentenne fosse solo quello di tagliare e suddividere la droga in dosi. Ma a questo punto oltre che ricercare chi gliel'ha fornita i carabinieri dovranno anche trovare a chi l'avrebbe ceduta, per essere a sua volta rivenduta. Un giro che comunque non è di poco conto e che soprattutto riporta sotto i riflettori un’area critica del traffico e dello spaccio di cocaina ed eroina, quella compresa tra Francavilla Fontana, Ceglie Messapica e Ostuni, negli ultimi anni scenario anche di omicidi ancora senza risposte.

Non è affatto un caso che Maurizio Maggiore, difeso dall'avvocato Danilo Cito, in carcere con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, sia stato individuato a Francavilla Fontana dai carabinieri della compagnia locale, che poi hanno trovato il filo che li ha condotti sino a Ceglie, nella casa protetta da una porta blindata accanto alla chiesa di San Rocco.

Vale la pena ricordare come, nelle indagini sulle vie della coca che portano sino alla provincia di Brindisi, inquirenti di altre regioni siano giunti partendo dalle indagini sui traffici della ‘ndrangheta calabrese.

 

 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quella coca aveva fatto solo un "passaggio"

BrindisiReport è in caricamento