menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Diciottenne aggredito al Braico da ragazzo più giovane

Un adolescente di non più di 15 anni avrebbe raggiunto alle spalle un ragazzo più anziano, un diciottenne, che era seduto sulla scalinata della scuola alberghiera assieme alla fidanzata. Indaga la polizia

BRINDISI – Aggressione dai contorni ancora incerti, questa sera, nel parco dell’ex Cesare Braico, in via Appia a Brindisi. Secondo quanto riferiscono alcuni giovanissimi testimoni oculari, un adolescente di non più di 15 anni avrebbe raggiunto alle spalle un ragazzo più anziano, un diciottenne, che era seduto sulla scalinata della scuola alberghiera assieme alla fidanzata.

Una scena rapida, secondo quanto raccolto sul luogo: l’aggressore avrebbe intimato al ragazzo più grande di alzarsi in piedi, poi lo avrebbe colpito prima allo stomaco, poi al volto. Infine si è rapidamente allontanato. E’ stata chiamata un’ambulanza, e i paramedici del 118 hanno portato il giovane aggredito al vicino pronto soccorso dell’ospedale Perrino per accertamenti.

aggressione 18enne braico 2-2-2

Il parco del Braico è stato raggiunto anche dalla polizia, che ha effettuato la prima ricostruzione dell’accaduto.  Sempre secondo fonti presenti durante lo svolgimento dei fatti, l’aggressore risulterebbe sconosciuto al giovane colpito. Toccherà alla polizia far luce sulla vicenda. C'è però una versione dei fatti più completa.

I due giovanissimi fidanzati erano arrivati nel parco in bici. Ad un certo punto si sono fermati per fare passare un gruppo di 12-13enni a piedi. In quel momento deve essere scattato qualcosa nel cervello di almeno un paio dei ragazzi più giovani, che avrebbero aggredito la vittima con un bastone, e non a mani nude. Insomma, una baby-gang in piena regola che infesta un luogo frequentatissimo dai giovani della zona anche in ore serali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento