Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Rame rubato, si cerca sorvegliato speciale

BRINDISI – Due quintali di cavi in rame e attrezzi atti allo scasso sequestrati e al momento nessuna denuncia, le indagini però, sono ancora in corso. È questo il bilancio dell'intervento di questa mattina al Villaggio San Pietro Uno.

Il luogo dove sono stati ritrovati i cavi rubati

BRINDISI - Due quintali di cavi in rame e attrezzi atti allo scasso sequestrati e al momento nessuna denuncia, le indagini però, sono ancora in corso. È questo il bilancio dell'intervento di questa mattina al Villaggio San Pietro Uno, a Brindisi fatto da una pattuglia della Sezione volanti della questura durante un normale servizio di controllo del territorio. Gli agenti avrebbero notato una persona aggirarsi con fare sospetto nei pressi di un androne situato accanto ai box di una palazzina in Corte Ticino, chiuso con un portone in ferro.

Questo soggetto alla vista dei poliziotti si è subito dato alla fuga a piedi, un comportamento che ha innescato un inseguimento conclusosi, però, a suo favore essendo riuscito a nascondersi. Gli agenti, poi, con l'aiuto dei vigili del fuoco hanno aperto quel portone in ferro trovando all'interno dell'androne cavi in rame in parte sguainati e attrezzi utilizzati di solito per lo scasso.

Il metallo rosso è stato sequestrato e sono state avviate le indagini tese all'identificazione del responsabile. Al momento il soggetto che si è dato alla fuga non è stato rintracciato ma sarebbe stato individuato, si tratterebbe di un sorvegliato speciale. Non è stato accertato, però, se ha collegamenti con quei cavi in rame trovati dai poliziotti o se si trovava lì per caso. Le indagini non si sono ancora concluse.

 

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rame rubato, si cerca sorvegliato speciale

BrindisiReport è in caricamento