rotate-mobile
Cronaca

Rapina Alcott: individuato il responsabile, già denunciato per minacce alla preside

E' stato identificato il rapinatore che lo scorso 1 novembre assaltò in pieno giorno il negozio di abbigliamento Alcott di piazza Vittoria. Si tratta della stessa persona già denunciata per le minacce nei confronti della preside dell'istituto Palumbo. Il 18enne A.G.A., di Brindisi, difeso dall'avvocato Simona Attolini, si è costituito negli uffici della Squadra Mobile di Brindisi

BRINDISI – E’ stato identificato il rapinatore che lo scorso 1 novembre assaltò in pieno giorno il negozio di abbigliamento Alcott di piazza Vittoria. Si tratta della stessa persona già denunciata per le minacce nei confronti della preside dell’istituto Palumbo.  Il 18enne A.G.A., di Brindisi, difeso dall'avvocato Simona Attolini, si è costituito negli uffici della squadra mobile di Brindisi. I poliziotti avevano già stretto il cerchio intorno al ragazzo, grazie alle immagini delle telecamere installate nel negozio rapinato.

Armato di pistola giocattolo, A.G.A. irruppe nell’attività commerciale intorno alle 9,30, puntando l’arma alla testa di un ragazzino. Dopo aver costretto due commesse a consegnare il denaro in cassa, pari a circa 90 euro, fuggì a piedi imboccando via Cesare Battisti. Il malfattore agì con il volto coperto solo in parte da uno scalda-collo.

Visionate subito le immagini riprese dall’impianto di videosorveglianza, i poliziotti della Mobile coordinati dal vicequestore Alberto Somma capirono di avere a che fare con lo stesso soggetto che si era già reso responsabile di danneggiamento aggravato e minacce aggravate nei confronti di Maria Oliva, preside del Liceo Linguistico e delle Scienze Umane “Palumbo” di via Achille Grandi.

La sera del 14 ottobre, venne rinvenuta una bottiglia contenente liquido infiammabile  nel cortile della scuola, oltre a una lettera di minacce contro la dirigente. Due giorni dopo, il 16 ottobre, l’auto di Maria Oliva, parcheggiata all’esterno dell’istituto, venne danneggiata. Accanto al veicolo, inoltre, venne ritrovata un’altra lettera di minacce. Le indagini sull’accaduto vennero delegate ai poliziotti della Digos, che nel giro di pochi giorni risalirono al 18enne, denunciandolo. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina Alcott: individuato il responsabile, già denunciato per minacce alla preside

BrindisiReport è in caricamento