rotate-mobile
Cronaca Fasano

Rapina e cavallo di ritorno, due arrestati

FASANO – Individuati e arrestati gli autori della rapina in un bar e del furto in una pescheria, messi a segno rispettivamente il 3 e il 15 marzo scorsi a Pezze di Greco e Fasano. Si tratta del 19enne Achille Spagnolo e del 28enne Francesco Maino, entrambi di Fasano, volti già noti alle forze dell'ordine.

FASANO - Individuati e arrestati gli autori della rapina in un bar e del furto in una pescheria, messi a segno rispettivamente il 3 e il 15 marzo scorsi a Pezze di Greco e Fasano. Si tratta del 19enne Achille Spagnolo e del 28enne Francesco Maino, entrambi di Fasano, volti già noti alle forze dell'ordine.

I due all'alba di oggi sono stati raggiunti da un'ordine di carcerazione per i reati di furto in abitazione pluriaggravato, estorsione pluriaggravata, rapina impropria pluriaggravata e, solo Maino, inosservanza degli obblighi inerenti alla misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale con l'obbligo di soggiorno.

Le indagini che hanno portato all'arresto dei due fasanesi sono state condotte dai carabinieri della compagnia di Fasano, al comando del capitano Gianluca Sirsi che hanno operato insieme ai militari del Nucleo operativo radiomobile di Fasano, diretti dal tenente Pierpaolo Convertino e ai colleghi di Pezze di Greco.

Da quanto hanno ricostruito i carabinieri, anche attraverso la testimonianza delle vittime e le registrazioni dei sistemi di videosorveglianza presenti negli esercizi presi di mira, i due arrestati si sarebbero resi responsabili della rapina perpetrata il 3 marzo scorso a Pezze di Greco Frazione di Fasano, nel bar "Gran Caffè" di via XX settembre.

In quell'occasione i due, minacciandolo con un cacciavite, si fecero consegnare dal proprietario la somma di 500 euro. Poi del furto in una pescheria di via Mignozzi a Fasano scoperto il 15 marzo dove asportarono attrezzature varie e merce per un valore di 2500 euro. Refurtiva che poi tentarono di restituire dietro il pagamento di 500 euro. Per questo sono accusati anche di estorsione. Dopo le formalità di rito Maino e Spagnolo sono stati rinchiusi nel carcere di Brindisi.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina e cavallo di ritorno, due arrestati

BrindisiReport è in caricamento