rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Cronaca

Rapina in bici alla Snai: resta in carcere il bandito solitario

Il gip del Tribunale di Brindisi convalida l'arresto di Cosimo Morciano, 26 anni, di Brindisi, autore del colpo nel centro scommesse di via Sant'Angelo: bottino pari a 250 euro

BRINDISI – Resta in carcere il bandito solitario fermato poco dopo la rapina nel punto Snai di via Sant’Angelo a Brindisi: il gip ha convalido l’arresto di Marco Morciano, 26 anni, avvenuto mercoledì scorso, 8 febbraio. Il ragazzo aveva raggiunto il centro scommesse in sella a una bici, una mountain bike, e una volta all’interno aveva minacciato con una pistola i due dipendenti per ottenere l’incasso della giornata, quasi 250 euro.

Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Brindisi, Paola Liaci, ha negato i domiciliari e ha accolto la richiesta di custodia cautelare in carcere avanzata dal pubblico ministero al termine dell’udienza di convalida che si è svolta il giorno successivo alla rapina, alla presenza del suo difensore Daniela d'Amuri. Determinanti per l’arresto lampo del giovane brindisino sono state le immagini registrate dal sistema di videosorveglianza del centro: hanno permesso di vedere bene il piumino usato dal bandito che ha agito da solo e di accertare che, così come avevano riferito i testimoni, prima lo aveva indossato dal lato di colore bordeaux per fare un sopralluogo dopo essere arrivato, poi lo ha girato indossandolo dal verso di colore grigio per la rapina. Il volto era nascosto da un cappellino. Gli indumenti sono stati ritrovati dagli agenti della Sezione Volanti e della Squadra Mobile di Brindisi a distanza di 200 metri dal centro Snai, lanciati a terra nel tentativo di fuggire. Morciano è stato raggiunto in via Appia, nei pressi di un altro centro Snai.
 


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina in bici alla Snai: resta in carcere il bandito solitario

BrindisiReport è in caricamento