menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Carabinieri dopo una rapina

Carabinieri dopo una rapina

Rapina in casa di anziana: presi

CELLINO SAN MARCO – Quando il 28 settembre scorso si introdussero con la forza in casa di un'anziana signora e le strapparono la collana in oro dal collo non misero in conto che i loro volti sarebbero stati ripresi dalle telecamere del sistema di video sorveglianza installate davanti all'ingresso della vicina Banca Popolare Pugliese di piazza Mercato, e che la vittima, poi, seppur molto anziana, li avrebbe riconosciuti nelle registrazioni.

CELLINO SAN MARCO - Quando il 28 settembre scorso si introdussero con la forza in casa di un'anziana signora e le strapparono la collana in oro dal collo non misero in conto che i loro volti sarebbero stati ripresi dalle telecamere del sistema di video sorveglianza installate davanti all'ingresso della vicina Banca Popolare Pugliese di piazza Mercato, e che la vittima, poi, seppur molto anziana, li avrebbe riconosciuti nelle registrazioni.

Così due cellinesi, Nicola Taurino di 20 anni e Mario Bagordo di 34, ieri sono finiti in manette in seguito all'esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Brindisi. I due sono accusati di rapina impropria. Su disposizione del pubblico ministero di turno sono stati assegnati agli arresti domiciliari. Gli scippi di collane in oro ai danni di signore di tutte le età sono ormai all'ordine del giorno, non sempre, però, segue una denuncia presso la stazione dei carabinieri. Quando avviene i risultati si vedono.

Il 28 settembre scorso una signora anziana e con difficoltà a deambulare era seduta dietro la porta della sua abitazione, il marito era occupato in altre faccende domestiche. La donna con molte difficoltà riuscì ad aprire la porta di casa ai due individui che avevano suonato e in pochi minuti si ritrovò seduta sulla sua sedia con due manacce addosso che le strapparono la collana dal collo. La strattonarono ma per fortuna senza gravi conseguenze.

La signora non esitò a chiamare i carabinieri e raccontare tutto quello che era accaduto, descrisse dettagliatamente i suoi aggressori e sporse denuncia. I militari della stazione di Cellino San Marco, al comando del maresciallo Giuseppe Milo avviarono immediatamente le indagini. Dopo aver raccolto la testimonianza della vittima visionarono il sistema di videosorveglianza del vicino istituto bancario.

La vittima abita in un vicolo cieco che confina proprio con la filiale della Banca Popolare Pugliese di Cellino San Marco. Dalle registrazioni si vedono due individui imboccare quel vicolo lo stesso giorno e ora della rapina ai danni della denunciante. A volto scoperto. I due, già noti per reati di vario genere, furono individuati quasi subito. La vittima di quella rapina riconobbe i loro volti sia nelle registrazioni che nelle foto degli archivi dei carabinieri. Si trattava proprio di Mario Bagordo e Nicola Taurino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vita da vegana: "Non sono estremista, rispetto i più deboli e l'ambiente"

Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento