rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Cronaca Cisternino

Rapina in tabaccheria: i banditi fuggono con un'auto rubata e poi la bruciano

Prima il furto, poi la rapina e infine l'incendio dell'auto. Dovranno rispondere di parecchi reati i due, o forse tre, individui sulle cui tracce, da ieri sera, si sono messi i carabinieri dopo una rapina compiuta ai danni di un tabaccaio

CISTERNINO – Prima il furto, poi la rapina e infine l'incendio dell'auto. Dovranno rispondere di parecchi reati i due, o forse tre, individui sulle cui tracce, da ieri sera, si sono messi i carabinieri della compagnia di Fasano e delle stazioni di Ostuni e Cisternino, dopo una rapina compiuta ai danni di un tabaccaio.

Questi i fatti. Poco dopo le 21,30, un uomo armato di pistola e con il volto nascosto in un passamontagna ha fatto irruzione in una tabaccheria del centro a Cisternino. All'interno della rivendita c'era solo il titolare, il bandito dopo avergli puntato la pistola in faccia si è fatto consegnare soldi e biglietti gratta e vinci. Si è dileguato a piedi, ma dopo aver percorso qualche metro si è infilato in una vettura dove ad attenderlo c'era un complice o forse due. Direzione di fuga Martina Franca.

Sulle tracce dei due rapinatori si sono subito messi i carabinieri della locale stazione e i colleghi della compagnia di Fasano diretta dal capitano Gianluca Sirsi, alle ricerche hanno partecipato anche i militari del Nucleo operativo radiomobile, coordinati dal tenente Pierpaolo Convertino. Ieri sera nel Fasanese c'erano diverse pattuglie proprio in servizio “anti rapina”. La zona è stata invasa, quindi, da carabinieri.

Un risultato si è raggiunto quasi subito. L'auto con cui i due malfattori erano fuggiti è stata ritrovata poco dopo in contrada Chiobbica tra Ostuni e Cisternino. Era in fiamme. È stato richiesto l'intervento dei vigili del fuoco e quando il rogo è stato completamente sedato, si è accertato, così come sospettato inizialmente, che quel mezzo, una Fiat Uno, era lo stesso utilizzato poco prima per mettere a segno la rapina ai danni del tabaccaio e che era stato rubato pochi giorni fa a Ostuni.

Da ieri sera i carabinieri sono sulle tracce dei due rapinatori. Al vaglio degli investigatori ci sono i fotogrammi delle telecamere presenti nei pressi della tabaccheria e lungo tutta la via di fuga. Non si esclude che le ricerche potrebbero concludersi a breve con qualche risultato positivo.

Nella giornata di ieri, per altro, i carabinieri della compagnia di Fasano hanno rinvenuto due auto rubate a Fasano e a Lecce. Si tratta di una Fiat Panda appartente a un'insegnante in pensione del posto e di una Fiat 500 rubata a Lecce i primi di maggio. Quest'ultima è stata ritrovata nella zona di Torre Spaccata a ridosso della linea ferroviaria. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina in tabaccheria: i banditi fuggono con un'auto rubata e poi la bruciano

BrindisiReport è in caricamento