menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Due rapine nel market vicino casa: il Dna incastra due fratelli

Adelmo Semeraro, 36 anni, in carcere, a piede libero Giuseppe, 38, residenti a Ceglie Messapica

CEGLIE MESSAPICA – Il Dna ricavato da un cappellino e da un fazzoletto di carta ha incastrato due fratelli come autori di due rapine consumate in sei mesi nello stesso market, vicino alla loro abitazione: in carcere è finito Adelmo Semeraro, 36 anni, a piede libero Giuseppe, 38 anni, residenti a Ceglie Messapica.

Le rapine

Il minore dei fratelli è stato accompagnato in carcere dai carabinieri della stazione di Ceglie Messapica, in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare firmata dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Brindisi, su richiesta del pubblico ministero che ha coordinato le indagini sulle due rapine avvenute nel market Smart, in via Cosimo Spina.

La prima risale al 30 settembre 2017, attorno alle 20, e fruttò un bottino pari a circa mille euro, l’altra venne consumata il 30 marzo 2018 e in quella occasione il rapinatore andò via con 800 euro. Stesso modus operandi: il bandito in entrambi i casi minacciò la cassiera con una roncola, mentre fuori a far da palo c’era l’altro armato di taglierino.

Il Dna

In occasione della prima azione il rapinatore che entrò nel market aveva un capellino con visiera di colore rosso e logo del Mc Donald’s: lo perse nella fuga. Quel cappellino venne riconosciuto dalla cassiera dell’esercizio commerciale. I militari hanno isolato tracce di sudore arrivando a delineare il profilo genetico che poi ha portato all’identificazione di Adelmo Semeraro.

Tracce sono state trovate anche su un fazzoletto di carta perso dal rapinatore prima di entrate nel market. Anche in questo caso, il Dna ha portato al più giovane dei fratelli. Praticamente una firma lasciata, in maniera inconsapevole, in entrambi i casi e per questo un indizio di colpevolezza grave e granitico.

Le immagini

Giuseppe Semeraro, invece, è stato riconosciuto dal modo di camminare, partendo dalla visione delle immagini registrate dalle telecamere del sistema di videosorveglianza del market

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Torna ad aumentare il numero dei positivi e dei decessi in Puglia

  • Cronaca

    Sprangate contro l'ex della fidanzata: condannato a dieci anni

  • Emergenza Covid-19

    Covid: prime vaccinazioni con Johnson & Johnson nel Brindisino

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento