menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Punto Snai di piazza Anime a Brindisi

Il Punto Snai di piazza Anime a Brindisi

Rapina Punto Snai, preso il secondo

BRINDISI – Preso anche il secondo presunto autore della rapina al centro scommesse Snai di piazza Anime a Brindisi perpetrata la sera del 18 dicembre scorso. Si tratta del 22enne brindisino Antonio Zanzarella. Il ragazzo è stato raggiunto nella mattinata di oggi da un ordine di custodia cautelare in carcere emesso dal Tribunale di Brindisi ed eseguito dai carabinieri del Nucleo operativo radiomobile della compagnia di Brindisi.

BRINDISI - Preso anche il secondo presunto autore della rapina al centro scommesse Snai di piazza Anime a Brindisi perpetrata la sera del 18 dicembre scorso. Si tratta del 22enne brindisino Antonio Zanzarella. Il ragazzo è stato raggiunto nella mattinata di oggi da un ordine di custodia cautelare in carcere emesso dal Tribunale di Brindisi ed eseguito dai carabinieri del Nucleo operativo radiomobile della compagnia di Brindisi.

Il suo complice, Orazio Lagatta, fu arrestato la vigilia di Natale. Entrambi sono stati incastrati dal sistema di video sorveglianza di cui è dotato il centro scommesse. La sera del 18 dicembre due individui con i volti coperti da caschi integrali e armati di pistola, dopo essersi introdotti nel punto Snai, intimarono a una dipendente di aprire la cassaforte.

Ma questa essendo dotata di apertura a tempo era inaccessibile così i due si impossessarono della borsetta della dipendente contenente 220 euro in contanti e si dileguarono a piedi. La dinamica della rapina fu registrata dal sistema di video sorveglianza presente nel locale.

Nelle registrazioni si vedevano due individui con casco integrale che indossavano giubbotto scuro jeans e scarpe da tennis. Uno dei due aveva in mano un foglietto bianco che fu perso durante la fuga. Rimase a terra nel centro scommesse. I militari lo prelevarono notando che si trattava di una schedina di un altro centro scommesse brindisino.

Si ritiene che i due malfattori avrebbero trovato la scusa di voler controllare le giocate nel caso fossero incappati in qualche esponente delle forze dell'ordine. I militari presero visione dei fotogrammi del centro scommesse dove era stata giocata quella schedina e notarono che il cliente era un individuo che indossava gli stessi abiti di uno dei due rapinatori del Punto Snai di piazza Anime.

Ulteriori controlli permisero di accertare che si trattava del 19enne Orazio Lagatta. Le indagini però non si fermarono, mancava il secondo complice. Ora anche questo è stato individuato e arrestato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento