menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il furgone rapinato

Il furgone rapinato

Rapina, trovato il carico di sigarette

S. MICHELE SALENTINO – Il piano del commando armato che poco dopo mezzogiorno di oggi ha assaltato un furgone che trasportava prodotti dei Monopoli di Stato sulla San Michele - Ceglie Messapica, non aveva messo in conto il piano “anti rapina” previsto dai carabinieri proprio per la giornata di oggi. È così che tutta la refurtiva, 14 scatoloni contenenti sigarette di varie marche, è stata recuperata.

S. MICHELE SALENTINO - Il piano del commando armato che poco dopo mezzogiorno di oggi ha assaltato un furgone che trasportava prodotti dei Monopoli di Stato sulla San Michele - Ceglie Messapica, non aveva messo in conto il piano "anti rapina" previsto dai carabinieri proprio per la giornata di oggi. È così che tutta la refurtiva, 14 scatoloni contenenti sigarette di varie marche, è stata recuperata.

Quando le due vittime della rapina hanno digitato il numero del 112, infatti, in pochissimi minuti, l'intera zona è stata assediata da carabinieri. Sul posto è giunto anche un elicottero da Bari. I rapinatori, quindi, non hanno potuto fare altro che lasciare il carico e badare a nascondersi.

Erano circa le 12 quando W. A. 36enne di Martina Franca e G. A. 46enne di Ostuni, a bordo di un furgone Fiat Ducato (condotto dal 36enne) della ditta Don Carletto di Locorotondo, diretto a una tabaccheria di San Michele Salentino per scaricare alcuni cartoni di sigarette, è stato sorpassato da un furgone Renault Kangoo che, poco dopo frenando bruscamente, si è fatto tamponare.

Da quel momento in poi sulla provinciale si è scatenato l'inferno. Dal furgone tamponato sono balzati fuori tre individui incappucciati e armati di pistole che si sono diretti verso i due occupanti del Ducato intimando loro di scendere dal veicolo. Nelle prime intenzioni dei banditi pare ci fosse la volontà di rubare anche il furgone assieme al carico, ma il mezzo è dotato di un sistema antirapina che ne blocca la partenza quando si ferma bruscamente. Probabilmente invia anche un segnale alle forze dell'ordine.

Nemmeno questo lo avevano messo in conto, i banditi. I tre malviventi, quindi, hanno dovuto caricare le stecche di sigarette in fretta e furia nella loro vettura. Le due vittime intanto venivano bloccate dalla minaccia delle armi puntate contro. Quando il Ducato è stato svuotato i rapinatori si sono dati alla fuga , i due malcapitati non hanno esitato a contattare i carabinieri e in pochissimi minuti tutte le vie di ingresso e uscita dei paesi limitrofi sono state assediate da uomini in divisa.

È stato subito caccia ai rapinatori ed è così che poco dopo in una via abitata alla periferia di San Michele Salentino è stato rinvenuto il Renault Kangoo utilizzato per la rapina. Era parcheggiato regolarmente e chiuso a chiave. È risultato essere stato rubato il 15 febbraio scorso a Martina Franca. Si è atteso l'arrivo del proprietario e quando il mezzo è stato aperto si è scoperto che l'intera refurtiva era ancora nel portabagagli. All'interno dell'abitacolo è anche stata trovata una pistola giocattolo.

Le stecche di sigarette, del valore complessivo di ventimila euro dopo essere state sottoposte ai vari rilievi per prelevare eventuali impronte digitali, sono state restituite ai trasportatori. Anche il furgone è stato sottoposto a perizia. I tre malviventi avrebbero pronunciato solo poche parole e in italiano non lasciando trapelare alcun tipo di inflessione dialettale. Ora le indagini dei carabinieri della compagnia di San Vito, coordinati in questa operazione dal vice comandante, luogotenente Longo, cercano gli autori di questo ennesimo colpo.

 

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento