Cronaca

Rapinano una ragazza dopo il sesso a pagamento, un arresto

La malcapitata ha denunciato il fatto: un giovane di Mesagne è stato perquisito dagli agenti della sezione volanti della polizia. Si cerca il suo complice

BRINDISI - Dopo il sesso a pagamento le hanno strappato il portafogli dalle mani, ma lei ha denunciato subito alla polizia. Nella tarda serata di ieri, 10 marzo, una donna straniera ha chiamato la sala operativa della polizia spiegando di essere stata rapinata da due ragazzi italiani. Agli operatori della sezione volanti intervenuti sul posto la donna ha riferito che mentre era nella sua abitazione, era stata contattata telefonicamente da uno dei giovani, con il quale si accordava per una prestazione sessuale, dietro pagamento, per lui e per un amico. La donna ha acconsentito, quindi si sono incontrati in un casolare disabitato, nei pressi del Canale Patri, dove entrambi i ragazzi, dopo aver consegnato la somma pattuita, hanno consumato il rapporto sessuale. 

Concluso l’atto, uno dei ragazzi è risalito in auto e ha atteso l’amico con il motore acceso, l’altro, invece, si è avvicinato alla donna e le ha strappato dalle mani il portafoglio, con violenza tale da farle perdere l’equilibrio, dandosi alla fuga. La donna, rialzatasi prontamente, lo ha inseguito e lo ha raggiunto nel momento in cui il ragazzo è salito sull’auto. La stessa è riuscita addirittura ad aprire lo sportello posteriore destro che poi ha lasciato per evitare di essere trascinata, in quanto il conducente ha accelerato bruscamente, facendo perdere le tracce.

La malcapitata ha fornito agli agenti il numero di cellulare con la quale era stata contattata, dal quale si è risalito all'intestatario, successivamente identificato come M.D. di anni 20, residente a Mesagne. Subito dopo gli agenti si sono recati presso l’abitazione dove hanno proceduto a perquisizione personale e domiciliare. Hanno rinvenuto nella tasca dei suoi jeans l’intera somma asportata, pertanto il giovane è stato tratto in arresto per rapina e, come disposto dal pm di turno, sottoposto agli arresti domiciliari. Lo stesso è stato indagato per favoreggiamento personale, in quanto ha rifiutato di fornire le generalità del complice. Sono in corso indagini per l’identificazione anche di quest’ultimo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinano una ragazza dopo il sesso a pagamento, un arresto

BrindisiReport è in caricamento